Lamezia: associazione “dei quaranta Martiri” alla riscoperta dell’Abbazia bizantina

abbazia quaranta martiri
Lamezia Terme – Un’escursione per localizzare topograficamente i resti dell’Abbazia Bizantina dei “Quaranta Martiri”. Questa l’iniziativa dell’associazione lametina “…dei Quaranta Martiri”, che ha deciso di intraprendere questa escursione lo scorso 20 luglio in località Mitoio a Lamezia, anche per verificarne l’accessibilità e documentane fotograficamente la consistenza. Il gruppo è stato accompagnato dallo storico Giuseppe Ruberto che, già nel 1993, aveva accompagnato sugli stessi luoghi altri amanti dell’archeologia lametina ed, in particolare, l’archeologo Roberto Spadea della Soprintendenza dei Beni Archeologici della Calabria. Il gruppo, giunto sul posto, ha potuto così constatare se effettivamente si possa affermare che i ruderi appartengano a quelli dell’Abbazia. Una probabilità altissima, secondo lo storico Ruberto, “sia per l’amenità e l’esposizione del luogo, sia per la dimensione dello spessore dei muri che supera il metro di larghezza a testimonianza di un edificio di notevole consistenza edilizia”. L’obiettivo dell’Associazione è quello di ridare dignità storica e culturale ai luoghi della nostra civiltà millenaria, e per questo motivo, hanno voluto rafforzare con lo studio sul campo “anche il forte valore simbolico di questo luogo per attribuirgli il valore identitario che esso merita specie nell’immaginario collettivo e popolare, uscendo dalle anguste e spesso autocelebrative disquisizioni dei soli addetti ai lavori”.

,