Cosenza: domani serata d’idee, poesia e musica per il centro storico

serata centro storico cosenza
Cosenza – Al fine di sensibilizzare la cittadinanza cosentina per quanto riguarda i problemi del centro storico, l’associazione di formazione politica Giuseppe Dossetti ha organizzato un evento multiculturale, previsto per domani 15 settembre dalle 18, in piazza dell’Arenella. “Dopo i recenti crolli di Via Bombini – spiegano dall’associazione – l’attenzione dei media è puntata su un tema che la Dossetti svolge da un anno e mezzo in collaborazione con il Dipartimento di Sociologia e Scienza Politica dell’Università della Calabria”. “Associazione e DISPeS – continuano – conducono un’indagine a trecentosessanta gradi tenendo conto soprattutto degli aspetti relativi alla vita quotidiana delle persone che abitano nei quartieri oltremodo degradati della città vecchia. La ricerca coinvolge medici, ingegneri, architetti, educatori, esponenti del volontariato sociale ecc. Un libro bianco conterrà la “fotografia” delle principali criticità e i suggerimenti per una loro soluzione da parte delle autorità competenti”. Diversi gli interventi nel corso della serata che si articolerà come rassegna multimediale: saranno presenti Mario Bozzo, Presidente della Fondazione Carical, Piero Fantozzi, ordinario di Sociologia all’Unical, e Massimo Veltri, per l’Associazione Dossetti. In programma i contributi di: Franco Calomino e Ciccio De Rose, autori e cultori del dialetto cosentino, Mario Bozzo, di Rinascimento Meridionale, Massimo Ciglio, dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo Spirito Santo, Daniela De Pietro, del gruppo facebook “Cusenza Vecchia: Noi ci siamo”; Michele Falco, editore, Domenico Gimigliano, ingegnere, Carmelina Novello, del gruppo facebook “Il senso del tempo, il valore di un posto: Cosenza”, e Giuliano Ricca, presidente dell’Auser Cosenza. Intermezzi musicali e documenti filmati saranno a cura di Fausto Scirchio. “L’associazione – concludono – ringrazia per l’amichevole partecipazione il maestro Massimo Garritano, VERDIANA e DARIO BRUNORI che, rispondendo all’appello lanciato dal presidente Paolo Palma, contribuiranno in musica alla creazione di “un robusto e battagliero movimento d’opinione che chiede a gran voce che tutte le risorse siano investite su Cosenza Vecchia e sulle altre periferie cosentine, per realizzare la Grande Cosenza Sociale di cui abbiamo bisogno”.

,