Catanzaro: chiusa al Marca mostra rapporto tra uomo e natura

Catanzaro – Chiude al Museo delle Arti di Catanzaro, con una grande partecipazione di pubblico, la mostra dell’artista Giuseppe Lo Schiavo “Genesis”. L’evento, che rientrava nel più ampio progetto Glocal promosso dalla Fondazione Rocco Guglielmo per inserire le più promettenti esperienze del territorio nella circolazione globale dell’arte, è stato inaugurato il 22 settembre scorso dal direttore artistico Rocco Guglielmo e dallo storico dell’arte e direttore del Palazzo Reale di Milano, il calabrese Domenico Piraina, che fa parte del comitato scientifico del Marca, importante struttura museale dell’Amministrazione provinciale guidata dal presidente Sergio Abramo.
L’artista, assieme al curatore della mostra, il critico d’arte Roberto Sottile, ha accompagnato studenti, appassionati ed estimatori del museo in un percorso visivo ma anche sensoriale, che ha dato la possibilità agli spettatori di interagire nello spazio della mostra.
Lo Schiavo ha focalizzato l’obiettivo sul rapporto, essenziale e ancestrale, tra uomo e natura, ispirato ai capolavori del passato trasponendoli in panorami mozzafiato, con audaci contaminazioni. Un percorso giovane, con surreali presenze che accentuano la naturale bellezza del paesaggio. Genesi, materia e spirito. Un dialogo che l’artista costruisce nella sua visione, e ci restituisce tramite la fotografia; algoritmo perfetto che coniuga attimo, tecnica ed istinto. Una ricerca artistica dai risvolti filosofici-genetici che diventa cardine essenziale dove condividere memoria, cioè quella conoscenza che ci circonda, a cui apparteniamo.