Catanzaro, un coro da oscar per Madama Butterfly

Catabzaro – Catanzaro e il suo teatro si preparano ad accogliere, sabato 4 maggio alle 21, una delle opere di Giacomo Puccini più amate e rappresentate, Madama Butterfly, tragedia giapponese su libretto di Giuseppe Giacosa e Luigi Illica.
Il capolavoro del compositore Toscano, rappresentato per la prima volta al Teatro Alla Scala di Milano il 17 febbraio del 1904, sarà interpretato da un cast di prestigio che vede schierati, nei ruoli principali, Amarilli Nizza (Cio-Cio-San), Fabio Armiliato (Pinkerton), Nicole Brandolino (Suzuki), Fabio Previati (Sharpless) con la regia di Mauro Avogadro e la produzione del Teatro Politeama Mario Foglietti.

Alla testa dell’Orchestra Filarmonica della Calabria, formazione musicale di classe che sta mietendo ottimi successi anche in ambito discografico, il giovane e promettente Filippo Arlia, direttore musicale della stesso complesso orchestrale e dell’Istituto P. I. Tchaikovsky di Nocera Terinese, con all’attivo già numerose e importanti esperienze nell’ambito della direzione di opere sinfoniche e liriche in Italia e all’estero oltre che pianista concertista di chiara fama.

La direzione del Politeama Mario Foglietti ha scelto di proseguire, anche per questa produzione, l’ottima collaborazione con un’altra eccellenza del sud Italia, il Coro Lirico Siciliano, ente concertistico formato da artisti siciliani e calabresi che in dieci anni di attività artistica ha già conquistato teatri, festival e premi in mezzo mondo, da oriente a occidente, ivi compreso l’ambìto International Opera Award, l’Oscar della Lirica; ritenuto dai maggiori esperti del settore uno dei migliori enti corali lirico-sinfonici a livello internazionale, ha inciso dvd e cd per alcune tra le più importanti case discografiche, le sue opere sono state trasmesse in diretta su RaiUno, Sky e nei cinema di tutto il mondo, ha collaborato ed è stato diretto da alcuni dei più grandi artisti della scena internazionale come José Carreras.
Il coro sarà istruito, come sempre, dal Maestro del Coro stabile Francesco Costa.