Natale: Confcommercio, per calabresi non sara’ a insegna austerita’

Catanzaro  – Non sara’ un Natale austero quello dei calabresi per quanto concerne gli acquisti. Lo dice la Confcommercio regionale in base ai dati dell’ Ufficio Studi dell’associazione da cui emerge che in media le persone spenderanno 170 euro a testa per regali, dato in linea con quello dello scorso anno. Si tratta di una spesa resa possibile in gran parte da somme provenienti dalle tredicesime.Il presidente di Confcommercio Calabria, Klaus Algieri, nel commentare i dati, ha dichiarato: “Quello che stiamo per vivere non sara’ un Natale all’insegna dell’austerita’. Tuttavia, anche se le famiglie disporranno di un po’ piu’ di reddito manterranno un comportamento d’acquisto prudenziale a causa dell’incertezza sulle prospettive economiche. L’auspicio e’ che i calabresi privilegino nell’acquisto prodotti del nostro territorio rivolgendosi ai negozi di vicinato che rappresentano il cuore della nostra economia”.
Complessivamente, a fare i regali quest’anno sara’ l’86,3% (86,1% nel 2017), mentre cala la quota di quanti prevedono un Natale dimesso (70% contro il 71,2 del 2017) e di quanti la ritengono una spesa piacevole (44,8% contro 46,7).Tra i prodotti oggetto di maggiore acquisto troviamo elettronica di consumo, prodotti per l’informatica, giocattoli e articoli per il tempo libero seguiti da abbigliamento e calzature.Il mese di dicembre si conferma un mese strategico per le vendite (vale il 10% delle vendite annue) anche se e’ in forte crescita il mese di novembre grazie a iniziative come il “black friday” o il “cyber monday”.