Lamezia: Libera Voce,”la periferia sempre piu’ dimenticata”

libera---voce
Lamezia Terme – “Si continua a sottovalutare la questione legata all’emergenza della sicurezza e della stabilità della rete viaria, infatti il problema delle buche nell’asfalto pare non avere soluzione nella nostra città, anzi, sembra peggiorare di giorno in giorno. Il medesimo disagio si presenta sia in periferia che nel centro città: buche più o meno grandi e profonde rappresentano ormai il biglietto da visita di Lamezia Terme, costituendo un serio pericolo per la pubblica incolumità”. Lo afferma in una nota  Antonio Mastroianni, presidente di “Libera Voce” , il quale sott’oleina che “la situazione diventa ancora più ridicola e grave quando a provocare tale inconveniente è proprio chi dovrebbe intervenire tempestivamente per evitarlo”. “È questo il caso – aggiunge nella nota – verificatosi nella frazione San Minà, dove, dopo essere intervenuta per sistemare una rottura della conduttura idrica, la Lamezia Multiservizi ha lasciato una voragine nel manto(nella sede) stradale”. Mastroiannji rende noto che “a denunciare tale episodio sono stati numerosi abitanti di questa frazione e l’Associazione Libera Voce ha provveduto a effettuare la segnalazione all’ufficio competente nella speranza che possano intervenire quanto prima per scongiurare seri pericoli ad automobilisti e pedoni. Inoltre, – prosegue – gli abitanti di San Minà, Sorbello, Vonio e Acquafredda, lamentano la mancata effettuazione della tanto sbandierata disinfestazione contro le zanzare”. A riguardo, l’ Associazione Libera Voce chiede “un responso sul perché questa parte di territorio non viene presa in considerazione”. Ed in attesa di risposte, Mastroianni fa sapere che “l’Associazione continuerà la sua opera di monitoraggio finalizzata a mantenere un continuo rapporto con i cittadini e l’amministrazione comunale”.