‘Ndrangheta: ricordati all’alba i due netturbini uccisi a Lamezia

omicidio-netturbini240516Lamezia Terme – Centinaia di persone hanno partecipato alla manifestazione che si e’ svolta all’alba, a Lamezia Terme, per commemorare Francesco Tramonte e Pasquale Cristiano, i due netturbini uccisi dalla ‘ndrangheta il 24 maggio 1991 mentre stavano svolgendo il proprio lavoro. Le indagini hanno da subito evidenziato un agguato di stampo mafioso, non per il profilo delle due persone, ma come gesto dimostrativo rispetto al controllo del territorio. La manifestazione di commemorazione e’ stata promossa da Libera e si e’ svolta alle 5 del mattino, alla stessa ora in cui avvenne il duplice delitto e nello stesso luogo, in localita’ Miraglia di Sambiase, alla presenza di tante associazioni di volontariato, rappresentanti delle istituzioni e tanti cittadini.
Il ricordo dei due netturbini e’ stato affidato a ventidue persone del mondo dell’associazionismo, della cultura, dell’antimafia e delle istituzioni, tra le quali il prefetto di Catanzaro, Luisa Latella, e il vicepresidente della Giunta regionale, Antonio Viscomi. Tutti hanno sottolineato la necessita’ di chiarire i contorni di quel delitto per fare giustizia per quanto accaduto.