‘Ndrangheta: Gdf sequestra beni per 744.000 euro a clan Giampa’

gdf-lamezia-catanzaroLamezia Terme – – Un patrimonio del valore di 744.000 euro e’ stato sequestrato dal Gico della Guardia di Finanza di Catanzaro. Il provvedimento e’ stato emesso dal Tribunale del capoluogo calabrese- Sezione Seconda Penale, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia. I beni sarebbero riconducibili a Franco Trovato , ritenuto affiliato alla cosca di ‘ndrangheta Giampa’, operante a Lamezia Terme (Cz). Il destinatario del provvedimento, oltre ad aver subito una condanna, ormai definitiva, per reati di violazione della legge sulle sostanze stupefacenti e della legge sulle armi, ha riportato una condanna in primo grado alla pena di 12 anni di reclusione per il reato di partecipazione al clan mafioso guidato da Francesco Giampa’, detto il “Professore”, oltre che per il reato di partecipazione ad associazione per delinquere dedita alla commissione di truffe assicurative. Le indagini patrimoniali condotte dagli investigatori del Gico e coordinate dal procuratore capo di Catanzaro, Nicola Gratteri, con il procuratore aggiunto Giovanni Bombardieri, avrebbero consentito di ricostruire un notevole complesso patrimoniale, costituito da beni immobili, attivita’ commerciali, quote societarie e disponibilita’ finanziarie, detenute sia direttamente che attraverso prestanome, il cui valore e’ risultato sproporzionato rispetto ai redditi denunciati dai titolari. Il provvedimento, nel dettaglio, ha portato al sequestro di un fabbricato a Nocera Terinese (Cz); quote di proprieta’ su 8 fabbricati a Lamezia Terme; quote di partecipazione su 3 attivita’ economiche; quote di proprieta’ su 6 terreni; rapporti bancari e finanziari.