Lamezia: Cristiano e Nero soddisfatti del risultato elettorale

Lamezia Terme – “Non possiamo non ringraziare coloro che ci hanno votato apprezzando l’impegno, la lealtà e l’attaccamento verso il nostro territorio frutto dell’intesa tra MTL, un Movimento territoriale, e Casapound Italia sul concetto di Sovranità”. Lo sostengono in un comunicato congiunto Massimo Cristiano e Caterina Nero, entrambi candidati con Casapound, commentando il risultato elettolare delle ultime elezioni politiche.
“Il nostro – aggiungono – è un percorso all’insegna della linearità, partito da molto lontano, nel 2010 la prima affermazione alle elezioni comunali, successivamente con un trend di risultati costante, frutto di accordi politici programmatici tra MTL e partiti nazionali”.
I due candidati lametini ricordano poi alcuni dati delle precedenti elezioni: “835 preferenze nella città di Lamezia alle elezioni politiche del 2013 con la Destra, 775 preferenze alle europee del 2014 con la Lega Nord, 1075 preferenze alle comunali 2015 (635 Massimo Cristiano)con la lista MTL, 1519 preferenze collegio uninominale camera (658 Lamezia Terme) alle nazionali 2018, con punte del 15% in alcune sezioni periferiche, e con il dato significativo di Caterina Nero che passa da 90 preferenze alle Comunali del 2015 a 1707 preferenze nel collegio uninominale Senato (495 Lamezia Terme). Certo, competizioni diverse – commentano – che denotano sicuramente un primato per il nostro gruppo ovvero i numeri non cambiamo mai anche se maturati in contesti diversi”.

Secondo Cristiano e Nero “non sono mancate le campagne mediatiche contro di noi” e aggiungono “ci siamo misurati ancora una volta mettendoci la faccia”.
Parlando della campagna elettorale, i due scrivono: “In soli 40 giorni e con 500 euro di budget, abbiamo portato avanti una campagna elettorale non invasiva, leale e nel pieno rispetto dei candidati lametini oggi eletti a cui vanno i migliori auguri di buon lavoro”.
Per quanto riguarda la situazione post voto Cristiano e Nero sostengono che: “A livello nazionale si paga molto il concetto del voto utile con uno 0.9 per cento che non ha permesso l’ingresso in parlamento, con un importante dato politico che a Lamezia Terme è stato raggiunto, il 2,04 per cento”.

“Ringraziamo Casapound per la fiducia riposta nel nostro gruppo, – commentano – sicuri che in futuro ci potrà che essere una crescita esponenziale in tutti i territori. Il nostro impegno politico e sociale è destinato a proseguire e lo faremo sempre a modo nostro: con una sede aperta per tutto l’anno e con un nuovo radicamento sul territorio, certo, qualcosa di strutturale cambierà da qui a breve soprattutto in virtù dei prossimi impegni che intendiamo vincere, con una consapevolezza, noi ci siamo, siamo aperti al dialogo con tutti coloro che amano questa città, e da qui intendiamo ripartire per le prossime sfide, con entusiasmo e determinazione per contribuire a creare un progetto politico e sociale che faccia uscire la nostra città dall’empasse in cui è piombata”.