Lamezia:Villella(Mtl), scrutatori e presidenti ancora non pagati

Lamezia Terme – “Il mancato pagamento del lavoro prestato nei seggi elettorali unitamente all’assenza di risposte ed iniziative istituzionali verso i bisogni della nostra citta’ non soddisfa l’esigenza dei lametini, non esiste legalita’ se non vengono onorati gli impegni presi”. Lo scrive in un comunicato Luigi Villella Segretario Mtl di Lamezia Terme i quale ricorda che siamo giunti al secondo mese da quando gli scrutatori e presidenti impegnati nei seggi elettorali per le politiche nazionali del 4 marzo 2018, attendono, da parte del Comune di Lamezia Terme, il pagamento della loro prestazione di lavoro. Perche questa diversità tra il comune di Lamezia Terme ed i comuni limitrofi dove, già dal giorno successivo erano pronti i bonifici? Non si tratta – aggiunge – di cifre enormi, sono pochi euro che per i tanti giovani disoccupati rappresentano comunque una risorsa economica utile a soddisfare qualche esigenza”. Per Villella che ricorda ai “Commissari, chi lavora ha diritto alla remunerazione, si tratta di un ritardo incomprensibile che ci porta inevitabilmente ad avvertire un profondo senso di amarezza, tutte persone hanno prestato regolarmente una attivita’ fino alle ore mattutine del giorno successivo, con la paura di essere sanzionati o cancellati dall’Albo, pretendiamo che l’Amministrazione Comunale guidata dal Commissario Alecci provveda al più presto ad erogare le somme dovute. Non è certamente nostro compito- conclude – individuare le cause che hanno portato a questo ritardo, anche se l’Amministrazione Comunale avrebbe dovuto avvertire quantomeno la sensibilità di diramare un comunicato stampa per spiegare agli scrutatori, i motivi di questo inammissibile ritardo”. Villella spera che” i Commissari chiariscano al più presto i motivi di questo ritardo e provvedano al pagamento delle spettanze”.