“Viva Lamezia” intende aprire un confronto di idee con la societa’

Lamezia Terme – Si è tenuto il primo di un ciclo di incontri programmati, attraverso i quali “Viva Lamezia” intende aprire un confronto di idee con tutte le categorie sociali, partendo dal dialogo con i Partiti, per tracciare insieme un programma condiviso ed unitario per fare ripartire la città.
Nel corso di questa prima partecipata riunione del nuovo anno il direttivo di Viva Lamezia, presso lo studio del Presidente Armando Chirumbolo, ha incontrato il Segretario Regionale dell’UDC, Franco Talarico, con il quale, riferisce una nota “si è discusso approfonditamente delle numerose problematiche che oggi attanagliano la città di Lamezia e delle soluzioni da adottare per risolverle”. Nei lunghi interventi che si sono susseguiti i componenti del direttivo, tra i quali Alessandro Raso, il Sindaco di Motta Santa Lucia, Amedeo Colacino, Raffaele Figliano, l’imprenditore Giovanni Chirico, Carmelo Marzano, Paolo Rocca, Angela Sara De Sensi, Monica Fiozzo e Antonello Longo, discutendo dei problemi della città, “hanno rimarcato l’assoluta importanza del confronto con tutte le realtà sociali operanti sul territorio al fine di creare quell’unità socialedi Lamezia, la cui mancanza ha sempre rappresentato il principale vulnus di questo grande territorio, importante ma debole perché diviso”. Nel corso dell’incontro “si e’ , altresì, preso atto dell’impegno e della disponibilità del Presidente della Provincia di Catanzaro Sergio Abramo, al quale Viva Lamezia rivolge il proprio ringraziamento ed apprezzamento per essersi recato al Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti per verificare l’utilizzo di fondi, per trenta milioni di euro, destinati alla città di Lamezia dal “Piano nazionale per la città””. A parere di Viva Lamezia “detti fondi dovranno essere, in tempi celeri, impiegati per rendere agibili e nuovamente utilizzabili tutte le strutture sportive e teatrali della città, della cui prolungata chiusura ne sta soffrendo l’intera comunità, per la ristrutturazione di alcune scuole cittadine vetuste e carenti di servizi, per la messa in sicurezza e l’adeguamento di alcune arterie stradali ed in primis quelle di collegamento con le zone montane della città che, in questi giorni di maltempo, risultano, in alcuni casi, isolate , per la riqualificazione urbana di quartieri periferici e degradati e, ove vi fosse la possibilità, per l’efficentamento energetico con un nuovo e più moderno sistema di illuminazione urbana che faccia risparmiare soldi alle casse comunali. Oggi la città di Lamezia regista una carente rappresentatività politica ed il vuoto istituzionale che si è creato va riempito di nuovi contenuti, attraverso la individuazione di una classe dirigente seria ed animata dal rinnovato desiderio di mettersi a disposizioni del proprio territorio e lavorare con sacrificio ed abnegazione perfar ripartire la città in maniera propositiva e lontana da divisioni, conflitti ed inutili polemiche che oggi nessuno può più permettersi” . Con questo spirito Viva Lamezia, “con tutti i suoi iscritti, intende, in maniera determinata e senza incertezze, impegnarsi e mettersi a disposizione della propria terra ed avviare per il prossimo anno una serie di iniziative per tracciare, insieme a tutte le forze sane della città, un nuovo percorso unitario di ripresa della città di Lamezia, che sarà interessata da importanti appuntamenti elettorali per il rinnovo della rappresentatività istituzionale alle Europee ed alle Regionali, e per il rinnovo dell’Amministrazione Comunale. Bisogna cambiare rotta e dare a Lamezia lo spazio che merita. Viva Lamezia!”