Lamezia: Cristiano, il contratto di pulizia urbana va rivisto

Lamezia Terme – “In data odierna si è riunita la prima Commissione consiliare permanente Affari generali- decentramento presieduta e convocata dal Presidente Massimo Cristiano con odg: contratto igiene urbana tra Comune e Lamezia Multiservizi(scadenza 2022) alla presenza dei Consiglieri comunali Carolina Caruso, Davide Mastroianni, Armando Chirumbolo, Giuseppina Raso, Tranquillo Paradiso, Gennaro Gianturco, Armando Chirumbolo, Luigi Muraca, Rosario Piccioni, Mariolina Tropea”. Lo comunica con  una nota Massimo Cristiano, consigliere comunale e presidente della stessa commissione consiliare.
“È stato convocato – riferisce  – in audizione il dirigente Alessandra Belvedere, preposto al controllo analogo. La discussione verte su un aspetto oggettivo e fondamentale, ovvero il contratto per la pulizia e lo spazzamento, meccanico e manuale, delle strade comunali, che non avviene per la stragrande maggioranza delle strade cittadine. Stesso discorso vale per i marciapiedi che risultano, per la quasi totalità dei casi, completamente abbandonati. Solo per tale servizio il Comune spende circa 1.400.000 di euro frutto del pagamento della Tari. Si è specificato che la commissione intende esercitare al meglio la funzione di controllo delegata al Consiglio Comunale, a tutela dell’interesse pubblico con un unico obiettivo, avere servizi pubblici efficienti e di qualità contro il degrado. Vi sono dati oggettivi ad esempio alcune strade periferiche quale via Foderaro mai spazzata; l’art 5 comma 7 del contratto in oggetto che prevede lo spazzamento meccanico con cadenza mensile delle frazioni di Sant’Eufemia Vetere, San Pietro Lametino, Caronte, Zangarona, Fronti, Magolà, Gabella, San Mina, Acquafredda, Acquadauzano ove il servizio è assente. Per tutte le altre zone della città la cadenza dovrebbe essere settimanale o in alcuni casi giornaliera, previsto da contratto anche il lavaggio delle strade, canali di scolo, ed il diserbo dei marciapiedi, purtroppo mai fatti”.

“È stato chiarito – conclude – che l’intenzione è quella di porre in essere tutte le azioni a tutela del cittadino affinché ci sia un servizio di qualità ed efficiente, ascoltando tutte le problematiche esistenti per porre in essere tutte le misure utili a tutela di tutti, senza puntare Il dito contro nessuno, ma soprattutto con la consapevolezza che abbiamo individuato le criticità, è nostra intenzione invertire la tendenza ed agire. Prossimo incontro con il Dirigente del servizio ambiente del Comune di Lamezia per determinazioni del caso”.