Deve espiare pena per estorsione, un arresto a Lamezia Terme

Lamezia Terme – Dovrà scontare una pena di reclusione di 5 anni, 7 mesi e 11 giorni, oltre ad una pena pecuniaria e l’interdizione dai pubblici uffici per cinque anni. Il provvedimento è stato notificato dal personale del Commissariato di polizia di Lamezia Terme ad Armando Berlingeri ed è scaturito da un’attività info-investigativa che aveva permesso a suo tempo, di interrompere un’azione estorsiva ai danni di un cittadino.Berlingeri, secondo le indagini, era venuto in possesso di un ciclomotore rubato da parte di ignoti, con il quale aveva deciso di attuare la cosiddetta tecnica del “cavallo di ritorno”. La polizia era riuscita ad intercettare la richiesta estorsiva di 400 euro in cambio della restituzione del ciclomotore e le minacce al proprietario di recarsi all’interno del campo nomade di località Scordovillo per la consegna del denaro richiesto, altrimenti il ciclomotore sarebbe stato distrutto.A Berlingieri è stata anche contestata l’aggravante di avere commesso durante il periodo di applicazione della misura di prevenzione della sorveglianza speciale.