Lamezia: polizia locale sequestra 530 articoli a commerciante cinese

Lamezia Terme – La Polizia Locale di Lamezia, nell’ambito di specifici servizi implementati a tutela della sicurezza del consumatore e della leale concorrenza, ha ispezionato, nel quartiere Sant’Eufemia, un esercizio commerciale gestito da un cittadino cinese. Durante l’attività, sono state riscontrate numerose irregolarità sulla merce posta in vendita, e si è proceduto al sequestro di oltre 530 pezzi tra giocattoli, apparecchi elettrici ed elettronici e merce contraffatta. Il titolare dell’esercizio, peraltro recidivo, è stato sanzionato amministrativamente per oltre 4mila euro rispettivamente perché metteva in vendita giocattoli privi delle previste marcature di sicurezza e di istruzioni in italiano, nonché di materiale elettrico senza che sullo stesso risultasse la conformità costruttiva alle dirette della Comunità Europea.
Gli articoli sequestrati, per le caratteristiche costruttive e i materiali di bassissima qualità impiegati, risultano estremamente pericolosi per i piccoli utilizzatori (nel caso dei giocattoli). Mentre i dispositivi elettrici (tra i quali termoventilatori, riduttori ecc.) non sono idonei a garantire standard di sicurezza previsti dalle vigenti norme con il concreto rischio di corti circuiti ed incendi. Il cittadino della Repubblica Popolare Cinese sarà denunciato all’Autorità giudiziaria per commercio di oggetti con segni mendaci in quanto esponeva per la vendita circa 150 articoli contraffatti (nella fattispecie cover per telefonini) che riproducevano le griffes di famosi marchi.