Lamezia: Coordinamento 19 marzo il 22 maggio incontra Cotticelli

Lamezia Terme – “L’Ospedale di Lamezia Terme e la Sanità nel lametino saranno l’oggetto del nostro incontro con il generale Saverio Cotticelli, commissario alla Sanità calabrese”.
Lo rende noto il Coordinamento sanità 19 marzo che aggiunge: “L’appuntamento per noi in Regione è stato ottenuto dalparlamentare di 5Stelle, Giuseppe D’Ippolito. Un momento particolarmente importante, anche se lo consideriamo un primo passo. E’ di estrema necessità comprendere se esiste disponibilità ad aprire una strada che possa ridare dignità alla struttura lametina, al territorio e certezza della cura agli ammalati. Avevamo lanciato un appello ai parlamentari lametini Giuseppe D’Ippolito di 5 Stelle e Domenico Furgiuele, della Lega, al fine di potere ottenere un incontro con il Commissario Cotticelli”.
“E’ giunta immediata la disponibilità di entrambi, con l’assicurazione che qualunque nostra battaglia a favore del territorio e dell’ospedale sarebbe stata seguita anche da loro. In ogni caso, nei giorni scorsi, l’onorevole D’Ippolito ci ha comunicato che ci avrebbe accompagnati dal generale Cotticelli il 22 maggio mattina. L’impegno del coordinamento è quello di mettere in risalto le potenzialità della struttura lametina che mai realmente sono state utilizzate. Da questo ospedale si è sempre attinto come una abbeveratoio e poco si è fatto per portare ulteriori fonti che potessero rigenerarlo. Qualcuno penserà e dirà :”Non ci sono riusciti i politici di lungo corso ed ora voglio avere risultati loro che non sono nessuno? Stessero a casa che è meglio!” Questo modo di pensare ha spesso penalizzato Lamezia ed il lametino”.
“Che sia stato fatto poco o nulla è sotto gli occhi di tutti. Che spesso ci siano state delle prese in giro per i cittadini di questo territorio è, altrettanto, evidente. Però, un errore da imputare al cittadino è quello di pensare che è meglio starsene a casa. E’ proprio quello che fa bene a certa politica e a certe lobi criminali che vivono della mancanza di memoria di chi vota e dello sconforto di chi ha tentato di tutto e si è sempre trovato davanti muri di gomma. Il Coordinamento Sanità 19 marzo, vuole provarci ancora proprio per non rimanere in silenzio, per non dimenticare ciò che è stato fatto per sfiduciare le popolazioni che per questo territorio dovrebbero battersi civilmente. Troveremo altri muri di gomma? Può darsi. Ma intanto, proviamo a squarciare quel “velo” che impedisce agli ammalati di curarsi, alle famiglie di avere più serenità e a seri professionisti di potere lavorare nell’ospedale con forze e mezzi sufficienti per dare risposte adeguate a tutti noi”.
“Al generale Cotticelli presenteremo istanze e proposte, dopo questo incontro che per noi è un primo passo informeremo i cittadini ancora una volta, grazie al supporto della stampa che ci sta vicina, su come è andata e cosa si potrà fare”.