Il Luogotenente Costantinopoli lascia per raggiunti limiti di età

Lamezia Terme – Il Luogotenente, carica speciale, Vitaliano Costantinopoli ha lasciato il comando della Stazione di Lamezia Terme Scalo per essere collocato in congedo per raggiungimento del limite di età.
Il Sottoufficiale, esperto in accertamenti patrimoniali, Polizia di frontiera e servizi di Istituto, nel corso della sua carriera ha prestato servizio nella Legione Carabinieri Piemonte presso la Stazione CC di Alpignano, Bardonecchia e nucleo di Polizia Giudiziaria. Successivamente veniva trasferito alla Legione Carabinieri di Salerno e, a Febbraio 1988 trasferito alla Compagnia CC DI Lamezia Terme dove, pe un breve periodo ha ricoperto l’incarico di Capo Equipaggio dell’Aliquota Radiomobile del Nucleo Operativo.
Successivamente per le sue capacità investigative, nel periodo della Guerra tra i clan mafiosi operanti nel circondario lametino, veniva trasferito al Nucleo Operativo e Radiomobile della compagnia CC dI Lamezia Terme ove oltre ad interessarsi delle misure di prevenzione e degli organigrammi delle cosche mafiose, ha partecipato ad indagini importanti per omicidi e spaccio di sostanze stupefacenti.
In data 20 Agosto 2004 assumeva il comando della stazione Carabinieri di Lamezia Terme Scalo che insiste su un territorio sensibile sotto il profilo dell’ordine e della sicurezza pubblica. Ha assolto tale incarico con eccezionale e apprezzato impegno, dimostrando un altissimo senso del dovere guadagnandosi l’incondizionata stima e fiducia dei suoi superiori e dei propri collaboratori.
Sicuro punto di riferimento per la locale popolazione alla quale è stato vicino anche attraverso conferenze sulla legalità che ogni anno ha tenuto agli studenti dell’Istituto comprensivo di Lamezia Terme.
Comandante umile e deciso nelle sue azioni istituzionali.
Nel periodo in cui ha comandato la stazione di Lamezia Terme Scalo ha svolto importanti indagini per estorsioni, traffico di sostanze stupefacenti, rapine, furti, sfruttamento della prostituzione e violenza sessuale.
Tra le operazioni più importanti in cui lo hanno visto protagonista assieme ai suoi collaboratori della Stazione CC. Di Lamezia Terme Scalo e per le quali è stato premiato, si ricordano: l’operazione “Marinella”; Ambassador; Veleno; Sex in the road; Due Mari; Veleno; Triade; due mari; Luxury ed operazione “San Pietro Lametino”. Sempre nel periodo in cui ha Comandato la Stazione CC. Di Lamezia Terme Scalo, grazie anche ai suoi validi collaboratori, sono state tratte in arresto 215 persone responsabili di vari reati , denunciate in stato di libertà 1169 persone e 94 persone sono state proposte per la sottoposizione a misure di prevenzione.Soddisfatto dei risultati conseguiti durante la sua carriera ma nello stesso momento commosso e dispiaciuto per dover lasciare il servizio attivo dell’Arma dei Carabinieri, saluta la scala gerarchia dell’Arma, i suoi colleghi e i cittadini di Lamezia Terme che in questi anni gli sono stati vicino.