Lamezia: Coordinamento Sanità 19 Marzo incontra Cotticelli

Lamezia Terme – Il Coordinamento 19 marzo ha incontrato il commissario ad acta Saverio Cotticelli alla Cittadella. “La giornata del generale – scrivono in una nota – è stata veramente fitta di impegni ed appuntamenti: il sit-in organizzato nel piazzale antistante il Palazzo che ospita gli uffici dell’ente regionale da parte degli operatori precari dell’Asp di Cosenza e gli incontri avuti in mattinata anche con i neo Commissari nominati (i dottori Franca Tancredi, Salvatore Gullì e Domenico Bagnato) dell’Asp di Catanzaro sciolta per infiltrazioni mafiose”.
“L’appuntamento – aggiungono – è durato circa un’ora, e Armando Cavaliere ha chiesto della situazione attuale ed in prospettiva dell’Asp di Catanzaro, anche dal punto di vista economico oltre che di apertura e rinnovamento di servizi, alla luce del recentissimo provvedimento di scioglimento. Il Commissario ad acta Cotticelli ha rivelato che il bilancio non è affatto dei migliori, anzi, e che il debito ha raggiunto l’alto valore anche per doppi pagamenti avvenuti in passato e per Decreti ingiuntivi non opposti il cui valore nel tempo, per gli interessi, è lievitato. L’insediamento dei commissari non deve preoccupare circa rallentamenti su progetti in essere, anzi, appena questo avverrà (alla registrazione del decreto di nomina alla Corte dei conti) il generale si è reso disponibile ad organizzare, partecipando, un tavolo tecnico-sociale tra i componenti del coordinamento e la commissione straordinaria prefettizia al quale verranno invitati anche i vertici Inail per stilare un programma di interventi che, nel medio-lungo periodo, porti anche alla apertura del Centro protesi vicinissimo alle funzionalità di quello presente solo a Budrio. Il coordinamento si farà portatore di quante più istanze possibili per migliorare i servizi resi agli utenti”.
“Francesco Curcio – si legge ancora nella nota – ha poi sollevato le questioni relative alla carenza di personale e precari. Il commissario di nomina governativa ha così ricordato i provvedimenti presi recentemente per la proroga di molti operatori fino al prossimo dicembre e rilevato che si sta procedendo a raccogliere i dati sul fabbisogno di ogni Asp per un incrocio tra quelle assunzioni fatte a seguito dei Dca emanati dal suo predecessore che risultino coperte finanziariamente dai tavoli ministeriali e quelle, invece, fatte ma non “validate”. A seguito di questa operazione già in corso sarà possibile capire bene ancora per quali figure procedere a nuove assunzioni a tempo indeterminato, scegliendo tra le graduatorie ancora valide dei concorsi passati ed agendo anche sul precariato al fine di ridurre questo fenomeno troppo presente sul nostro territorio”.
Oscar Branca ha infine sollecitato “la effettiva e concreta disponibilità dei 20 milioni di euro da investire per l’ammodernamento delle sale operatorie e strumenti all’avanguardia per i reparti. Il commissario Cotticelli, che ha subito dimostrato di essere uomo di legge e dotato di una importante umanità, ha preso infine gli impegni di valutare seriamente l’apertura del centro di Emodinamica nell’ospedale Giovanni Paolo II e di venire a trovare presto l’imponente e centralissima struttura ospedaliera della nostra città, che ha riconosciuto godere di potenzialità sempre ricordate da molti”.