Lamezia: inaugurata sede elettorale candidato a sindaco Cristiano

Lamezia Terme – (di Giovanni Mazzei)- Inaugurata oggi, in via Piave 16, nel pieno centro di Nicastro, la sede elettorale del candidato a sindaco Massimo Cristiano.
Durante l’incontro inaugurale, di fronte alla piccola sedegremita, Massimo Cristiano ha nuovamente esposto i suoi cavalli di battaglia, i punti sui quali verteràla sua campagna politica, quella definita “rivoluzione del buonsenso” da parte delle due liste civiche che appoggiano il candidato a sindaco.
Miglioramento e snellimento dell’apparato burocratico, tutela del territorio e dell’ambiente, incentivi e sviluppo del turismo, questi gli aspetti sui quali Massimo Cristiano insiste e per i quali“è indispensabile – dichiara lo stesso Cristiano – portare la politica in mezzo ai cittadini”; proprio per questo vista la capienza limitata della sede di Nicastro, presto vi sarà un’ulteriore sede anche a Sambiase.
Attenzione dedicata alle periferie, alle varie frazioni che compongono il territorio di Lamezia Terme: Gabella, Serra Castagna,Fronti, Zangarona ecc,con un occhio di riguardo all’igiene pubblica e quindi anche alla rimodulazione della Multiservizi, perché come sostiene Massimo Cristiano “è inaccettabile pagare troppe tasse per ricevere pochissimi servizi”. Per garantire la tutela sul territorio sarà fatto affidamento anche alle associazioni operanti sul territorio.
Per esemplificare ciò che da tempo sostiene,Cristiano racconta di una sua visita in una scuola per l’infanzia nelle zone di Sambiase: “vistando l’asilo in viale Salvemini, in località Spartivento di Sambiase, ho potuto saggiare anche la tragedia che ha colpito i servizi sociali del nostro comune, oltre che lo sport e la cultura. Tutto ciò avviene per via delle inadempienze comunali, noi sradicheremo gli uffici comunali inefficienti”.
La rivoluzione del buonsenso questo, lo slogan di Massimo Cristiano, e come sia possibile attuare questa rivoluzione lo spiega ancora meglio il candidato sindaco “è impossibile fare il sindaco al chiuso di una stanza, bisogna sempre stare in mezzo alle persone. La rivoluzione è un atto di coraggio, coraggio che negli anni a Lamezia è sempre mancato”. In conclusione Cristiano accosta ciò che secondo lui avverrà a una delle date fondamentalinella storia dell’uomo: “il 10 novembre si terrà la presa della Bastiglia lametina!”.