Elezioni Lamezia: Salvatore De Biase rivolge un appello ai candidati

Lamezia Terme – Per l’imminente tornata elettorale del 10 nivembre 2019 Salvatore De Biase, già presidente del consiglio comunale, rivolge un appello ai candidati su “La città che avrei voluto?”. Di seguito riportimo integralmente la nota stampa:
“APPELLO AI CANDIDATI:
LA CITTÀ CHE AVREI VOLUTO,? 
È quella..che dopo la forzata unificazione, del 1968, avesse avuto uno sviluppo vocazionale;dove ogni ex comune, avesse avuto un ruolo, ed assieme essere rappresentare una comunità e quindi città . 
-una città interattiva con i paesi del corollario.
E quindi non più una città di passaggio, bensì una città da visitare e da godere; 
 
COSA HA PERSO NEL TEMPI LAMEZIA IN PROGETTUALITÀ E REALTÀ ?
Lamezia provincia, VV…
Città della fiction, !!
Borgo termale;!!
Anelavamo ad avere Il Porto;
Scuola di polizia penitenziaria;
Edilizia per le forze dell’ordine;
-ICOM cime area commerciale;!!
Una Sir con uno sviluppo industriale reale!!! 
Zona franca urbana;!!
Biofata (prodotti biologici)
Il Centro protesi INAIL per l’intero mediterraneo!!!
La Metropolitana di superfice!!!;
Un ente fiera regionale!!!
Enoteca, Sede unica regionale ( invece doppiata e a Lamezia chiusa;
-Un carcere adeguato al servizio della Calabria;
Persa la facoltà di agraria a Terina;
Si costruiscono ospedali nuovi mentre Lamezia dispone 600 posti letto ;
Credevamo in un centro grandi ustionati !!
Speravamo che la nostra azienda non venisse accorpata a Girifalco-Chiaravalle- Soverato-e poi chiamata Asp di Cz!!
Ambivamo ad avere il Trauma Center!!!
Puntavamo in un HUB per Lamezia E abbiamo avuto uno SPOKE, 
-L’Ufficio C.I.S.I.A. di Lamezia Terme che aveva competenza territoriale per i distretti di Corte d’appello di Catanzaro e di Reggio Calabria.Coordinamento Interdistrettuale dei S.I.A. di Lamezia Terme (C.I.S.I.A.)

Via Cupiraggi – Sambiase di Lamezia Terme (CZ);

-Parco Mitoio abbandonato;

-Cantine sociali Sambiase e Bruzia;

-Enopolio Sambiase;

-Ex Opificio regionale in contrada Bellafemmina a Sant’Eufemia, uno stabilimento industriale all’interno del quale poteva avviene la trasformazione di una materia primain un prodotto finito.

oggi, oggo, la probabile perdita delle risorse per L’Aerostazione, .

A PARERE DEL SOTTOSCRITTO QUALI PROPOSTE PER LA LAMEZIA DEL PRESENTE E LA LAMEZIA DEL FUTURO, IMPRONTATA AL GOVERNO CHE VERRÀ?
– Presente: primo impegno, risanare le casse comunali, con maggiori entrate, organizzazione macchina comunale e maggiori controlli partecipate;
-una Lamezia ordinata e dai diritti riconosciuti, oltre dai servizi a portata di mano, improntata alla legalità; con la presenza della politica che serve e non si faccia servire.
FUTURO: avviare una progettualità sinergica con la Comunità Europea, lo Stato, la Regione e per vicinanza, con la provincia, per risorse aggiuntive;
Portare avanti la linea delle grandi scelte: 
-Porto-nell’area centrale della Calabria, la porta del futuro dell’intero Sud;
– Zes.Lamezia: (300 ettari integrati su 2.000 di Gioia Tauro, complessive ) 
Rivedimento progetto Ferroviario, che escludeva Sambiase e Nicastro , ed insistere sulla sua realizzazione, Sostenere la realizzazione dell’Aerostazione;
Agenda urbana da portare avanti con forza; dopo che il comune a maggio 2019 affida gestione per 39mila euro;
RECUPERARE TASSE PASSEGGERI IN TRANSITO AEROPORTO: Attivare tutti i meccanismi possibili per recuperare le previste risorse, Esistono già le tariffe per i passeggeri, che sono state riviste dalla precedente gestione della Sacal e validate dall’Enac nel mese di marzo/aprile 2017.
– completare il lungomare tra Marinella e Gizzeria;
– recuperare le risorse credito sportivo e completare le opere di competenza;( palazzetto e stadi)
-concludere le Strutture da accatastare e favorire l’agibilità nello sport e nella cultura;aperura del Bastione di MaltaTerina da rendere futurista dopo aver perso ruolo e funzione, a partire dalla smarrita università;soluzioni per l’abusivismo che misura n* almeno 12.000 abitazioni abusive a cui trovare risposta;Piano per la protezione civile per la messa in sicurezza dei cittadini,( fiumi/strade/calamita naturali) a continuare a partire da un opuscolo informativo da offrire gratuitamente ai cittadini;Un piano tecnologico, da offrire per la modernizzazione urbanaUn progetto ecologico di vivibilità sociale ; Istituire il premio Quartiere più pulito, dove i cittadini sono impegnati a dimostrare la loro civiltà che verrebbe premiata;Favorire la Via dell’Artigiano, e dell’artigianato, per una migliore vitalità nei centri storici e la promozione turistica che ne consegue; ( le puglie ne sono un esempio)
INTERVENIRE INOLTRE SUL:
-piano spiaggia/ termalismo/ turismo/parchi/ archeologia/
piano industriale/ risorse comunitarie e nazionali da recuperare/ nuovo piano commerciale/agricoltura/
strutture scolastiche/ piano viario/ lungomare/ rifiuti e differenziata/ 
Centro storico: per accogliere insediamenti commerciali; artigianali , ecc; e per questo favorire tasse ridotte e mutuo sociale, per chi intenda aprire un’attività commerciale o vivere nel centro storico; PER I CIMITERI: Occorre pensare probabilmente ad un project financing, che favorirebbe la realizzazione di un progetto complessivo . Quindi , prevedere la costruzione di un’opera attrezzata di tempio crematorio, oggi presente solo nel comune di Carpanzano; ma come sappiamo è congelato il project finance che avrebbe potuto dare soluzione a tali carenze.
SUI ROM CHE TALI NON SONO , BENSÌ STANZIALI, CHE RUBANO, INQUINANO, DANNEGGIANO:
necessita un censimento, un allontanamento degli abusivi, un trattamento pari a tutti i lametini che sbattono la testa per trovare un lavoro, una casa, e mantenere la dignità di non essere solo assistiti; foraggiati e ricambiare il tutto e da 50 anni, con ingratitudine, furti, fumi tossici, sprechi.
Necessaria una interlocuzione con l’Agenzia Nazionale per l’utilizzo dei beni confiscati per trasferire i nuclei dal campo di Scordovillo”.
Censimento case pericolanti;
Piano urbano per favorire l’accesso per la disabilità..
Strutture da accatastare e favorire l’agibilita’; 
Paesi del corollario riannodare un rapporto sinergico e costante con i paesi del corollario; 
Periferie verso il centro: Intervenire con una linea governativa che porti dalla periferia verso il centro; 
scuole : interventi strutturali e recupero strutture abbandonate -Riordino urbano per le strade piene di buche; 
Rendere fruibili le strutture sportive assieme a quelli culturali dopo le estromissioni delle varie società e associazioni ;.
promozione del territorio dal punto di vista dell’agricoltura, del turismo, archeologia, termalismo , 
 Decoro urbano, partendo dalle piazze e parchi urbani
-funzionalità del palazzetto dello sport, gli stadi, le palestre, la piscina, i teatri ‘ecc.
ripresa del giugno lametino chiuso con importanti ripercussioni sulle relative fiere-
Assistenza domiciliare anziani;-Asili nido;- vicinanza alle organizzazioni che sostengono i portatori di disabilità;
Aggiornamento Regolamenti comunali  Lo Statuto, in primis, dove ancora contiene addirittura il Difensore Civico, figura non più esistente;
-Interfacciarsi con  il mondo dell’associazionismo, quello sindacale, culturale, produttivo, ecc. per conoscere, e sostenere meglio i loro bisogni 
Larghe intese: Avviare Programmi attuabili dalle larghe intese , per realizzare uno sviluppo reale per la città che offre centralità ma che non ne trae profitto, seppur  è una città al servizio della Calabria.
-Un comune dalle porte aperte; Un nuovo ruolo per il C C. per Raccogliere idee, progetti, proposte .
 CHI ANDRÀ A GOVERNARE COSA TROVERÀ :PERSONALE COMUNALE CARENTEcirca 50 dipendenti che vanno via con quota 100;-2 SOLI DIRIGENTI per tutta la gestione comunale, da qui l’avvio di ogni iniziativa con lo Stato per riportare figure necessarie ;polizia urbana sottorganico da rimpinguare anche per i pensionandi di quota 100
-un piano di riequilibrio di “lacrime e sangue, a cui i contribuenti dovranno purtroppo sottostare.
CHE FARE DOPO LE NUOVE REALTÀ URBANE, COME: 
CZ  in crescita come capoluogo ;-
CS-RENDE; pronti verso una nuova grande area;
RC, citta’ metropolitana ;
ROSSANO-CORIGLIANO, che diventa la terza città della Calabria?
PROPOSTA:
PUNTARE su una Lamezia allargata  ?
-Un’area vasta Lamezia Cz?; —Lamezia Vibo? 
-Lamezia e i paesi del corollario? Una idea passata che contiene le tracce , ancora una volta, per il nostro futuro.
LA SFIDA È QUESTA,  È VA COLTA PER IL BENE DELLA CITTÀ, la quale dopo il devastante commissariamento , deve trovare una politica propositiva, interagente, esperta e presente.”
 
23/10/19 :Salvatore De Biase
Già Presidente del Consiglio