4 novembre: celebrazione a Lamezia, la terna commissariale si congeda

Lamezia Terme – (di Giovanni Mazzei) – Si è svolta oggi anche a Lamezia la tradizionalecelebrazione del 4 novembre, festa delle forze armate.
Un corteo di forze dell’ordine e rappresentanti politici ha attraversato, in senso contrario, corso Numistrano, giungendo innanzi al monumento che ricorda i caduti di guerra deponendo la consueta corona di fiori.
Significato speciale, la celebrazione odierna, assume per la città di Lamezia Terme, in quanto rappresenta l’ultima uscita pubblica e ufficiale del commissario prefettizio Franceso Alecci e della terna commissariale a Lamezia Terme.
Con la fascia tricolore in dosso Francesco Alecci ha dunque salutato la città e la comunità lametina, difendendo l’operato della terna commissariale in questi anni difficili per la città, dove sottolinea Alecci si sono insediati non per propria volontà ma per bisogno della città.

“Ci tengo a ringraziare in particolare coloro che hanno collaborato con noi – dichiara Alecci – per dare un contributo reale alla comunità,anche in un momento difficile in cui è stato necessario mettere da parte i sentimenti di amicizia o d’inimicizia e lavorare insieme. Ringrazio i collaboratori ma anche tutti i 71000 abitanti della città, della quale cono orgoglio ho portato la fascia tricolore. Anche a 600km di distanza non perderò di vista gli articoli che parlano di questa città”.
Presenti alle celebrazioni anche gli onorevoli D’Ippolito e Furgiuele, oltre ovviamente al Vescovo Schillaci, che presenzia per la prima volta a questa celebrazione nella nostra città.
Il Vescovo nel richiamare ai nostri cuori i sentimenti e i valori di unità e armonia, augura alla città, che si appresta al voto, di giungere a tale appuntamento con coesione consapevolezza.