Ospedale Lamezia: De Biase, il Sindaco incontri il ministro alla salute

Lamezia Terme – “La venuta del Ministro Speranza, prevista per giovedì 16 gennaio per incontrare i commissari dell’Asp di Reggio Calabria e il commissario Cotticelli, potrebbe essere l’occasione affinché il sindaco Mascaro rappresenti la situazione dell’ospedale “San Giovanni Paolo II” di Lamezia, che sta vivendo una lenta agonia. Il Ministro passerà sicuramente da Lamezia, o sarà comunque facile raggiungerlo nella città di Reggio Calabria, dove è stato convocato dal garante dell’Infanzia in merito al caso del bimbo autistico. Sicuramente lo stato di “salute” della nostra struttura lametina e dell’intera Asp ne richiama tutte le ragioni. Da qui l’invito al Sindaco Paolo Mascaro di cogliere l’occasione e di assumere tutte le iniziative del caso”. Lo scrive in un comunicato, Salvatore De Biase, già presidente del consiglio comunale di Lamzia Terme che aggiunge: “Chissà se sarà possibile anche organizzare una visita presso l’ospedale lametino, in modo da fargli comprendere il valore e la centralità di “Lamezia sanitaria”, magari poco conosciuta e mai rappresenta al Ministro Speranza; questo, oltre ad una presa d’atto che richiami sostegno e prospettive rassicuranti per l’area sanitaria lametina che vanta 150.000 utenze oramai sfiduciati, porterebbe il nostro Sindaco a combattere come egli sa, ed oggi vi è la necessità”.
De Biase di domanda e domanda ”Chi può vantare quanto “Lamezia sanitaria” dispone? Chi dovrebbe mostrare, se non il Sindaco, e quanti condividono lo stato sanitario nefasto lametino al Ministro per essere sostenuti nella battaglia di far tornare Lamezia una struttura centrale ed utile alla Calabria? Perché costruire nuove strutture ospedaliera quando a Lamezia è presente un ospedale che potrebbe ospitare fino a 700 posti letto ed è raggiungibile in un’ora da tutta la Calabria?”
A giudizio di De Biase ”Non ci può essere un destino sempre cinico, ci deve pur essere ogni tanto l’attesa positiva, una speranza, oppure veramente il Ministro della salute Speranza, che aiuti e risolva, una volta per tutte, quanti auspicato da anni per la nostra città: cura e sicurezza per l’utenza ammalata”.
.