Lamezia: parco Savutano al via lavori quando si troveranno i soldi

Lamezia Terme – (di Giovanni Mazzei) – Dopo le varie sollecitudini dei cittadini per conoscere i motivi delle continue interruzioni ai lavori per la costruzione del parco in località Savutano, oggi in una conferenza stampa congiunta il presidente della provincia Sergio Abramo e il sindaco di Lamezia Paolo Mascaro, insieme al vicepresidente Antonio Montuoro e all’architetto Plastino, hanno provato a rispondere a questi malumori.
I problemi e i ritardi sono da riscontrare nelle coperture economiche, in quanto bisognerà aspettare prima la vendita di beni del patrimonio provinciale per finanziare l’opera. Andata deserta l’asta pubblica relativa alla vendita di 12 immobili per finanziare il parco di Savutano, si dovrà attendere ora marzo per le trattative dirette e i nuovi bandi.
La volontà però da parte della provincia di investire su Lamezia viene ancora una volta sottolineata, ricordando l’investimento di 360000 per lo stadio Carlei le altre spese per le infrastrutture scolastiche.

A unire ancor di più le città dovrebbe essere la tanto discussa metropolitana di superficie, che più di un malumore ha destato. L’idea che il treno ignori totalmente le stazioni di Nicastro e Sambiase è un rischio che Lamezia non può correre. Abramo ribadisce come il progetto, legato a uno studio dell’università Mediterranea di Reggio Calabria, debba portare beneficio a entrambe le realtà interessate, si effettuerà solo con le giuste opportunità.
“L’idea nostra – riferisce Abramo, in concerto con Mascaro – è di rendere sempre più forte l’area centrale della Calabria, ciò sarà possibile unendo sempre più le due città”.
Gli aspetti funzionali e pratici del parco vengono esposti dall’architetto Plastino: “un’opera che dall’avvio dei lavori sarà completata in meno di un anno”.
Troveranno spazio sull’area del parco: un anfiteatro, un’area attrezzata per bambini, a cui si aggiungerà la zona viabilità interna con raccolta delle acque piovane, area fitness e relax, illuminazione interna e videosorveglianza. Gestione e manutenzione saranno affidate al comune di Lamezia Terme.
Il vicepresidente Antonio Montuoro esprime l’auspicio che nella prossima programmazione di Settembre al Parco, si possa inserire anche questo parco come location, oltre a quella di Catanzaro.