Lamezia: Mastroianni e Folino situazione drammatica in comune

Lamezia Terme – “La drammatica situazione in cui versa attualmente il comune di Lamezia Terme, dovuta anche alla scarsa disponibilità economica e alla mancanza di personale, non deve complicare la vita dei tanti cittadini e professionisti che ogni giorno si rivolgono all’ente per delle semplici richieste”. Lo affermano in una nota congiunta i consiglieri comunali di Forza Italia Antonio Mastroianni e Matteo Folino.
“Bene la previsione – continuano – da parte del sindaco e della sua giunta, di inserire nel piano del fabbisogno triennale nuove assunzioni di personale. Operazione che comunque necessita del vaglio della competente commissione ministeriale e che quindi allunga notevolmente i tempi di attuazione, tempi che alcune ‘istanze’ non concedono. Chi è chiamato ad amministrare una città deve avere la capacità e il coraggio di riorganizzare la macchina comunale, al fine di massimizzarne l’efficienza e l’efficacia in periodi di contrazione economica e occupazionali. Se è vero che le prime figure tecniche non saranno disponibili prima di questa estate bisogna trovare delle soluzioni che diano risposte immediate. Non è pensabile e concepibile, che per evadere anche quelle pratiche edilizie non complesse, che vanno dal rilascio dei certificati di destinazione urbanistica a quelli alloggiativi, dal deposito di un frazionamento al rilascio delle concessioni edilizie, fino ad una occupazione di suolo pubblico, devono passare mesi, bloccando e creando disagi. Naturalmente le criticità sono molte di più e più complesse ma ci limitiamo ad elencare solo alcune di quelle che il rilascio dovrebbe avvenire in pochissimi giorni per far meglio comprendere lo stato delle cose. Occorre trovare una rapida soluzione, si faccia una ricognizione dei tecnici presenti nell’organico dell’ente, si stabiliscano le priorità, si individui almeno un’altra figura tecnica che possa contribuire a lavorare tali istanze per consentire a chi deve acquistare un terreno di poterlo fare, a chi deve vendere, donare o locare una casa di poterlo fare. Pur consapevoli delle difficoltà, auspichiamo un intervento risolutivo imminente a questi disagi”.