Lamezia: giovani Pd aderiscono a iniziativa “Il mio balcone è una piazza”

Lamezia Terme – “Il 23 maggio del 1992, per chi lo ha vissuto è stato quasi un trauma che si porta dietro; ciascuno si ricorda esattamente cosa stesse facendo quando apprese la notizia dell’attentato di Capaci in cui persero la vita il giudice Giovanni Falcone la moglie Francesca Morvillo e gli uomini della scorta Rocco Di Cillo, Vito Schifani e Antonino Montinaro”. Lo sostengono in un comunicato i giovani PD Lamezia in merito alle commemorazioni 23 maggio.
Per i più giovani, sottolineano inoltre “è importante portare avanti sin dai più piccoli gesti, il valore della legalità, il rispetto degli altri e della collettività per onorare Falcone, Borsellino e tutti coloro che hanno pagato con la vita il loro impegno per far crescere la nostra Terra. Noi abbiamo l’onere e l’onore di raccogliere il testimone e di portare avanti quei valori che li hanno spinti ad essere oggi un esempio per noi tutti. Lo dobbiamo a Peppino Impastato, a Gianluca Congiusta, ad Antonino Scopelliti, a Rosario Livatino, ai due nostri concittadini Francesco Tramonte e Pasquale Cristiano, a Peppino Valarioti e a tanti altri che ci hanno insegnato, che se lo vogliamo “un giorno questa terra sarà bellissima”.
Quest’ anno, ai tempi del Covid, ritengono “lodevole l’iniziativa delle Fondazione Falcone di ricordare tutto il personale sanitario e tutte le donne e gli uomini che hanno permesso al nostro Paese di fronteggiare questa grave pandemia che ci ha colpito. Noi Giovani del PD Lamezia aderiamo all’iniziativa promossa dall’Anci di appendere ai balconi dei Palazzi comunali e delle nostre abitazioni un lenzuolo bianco e postando una foto usando gli hashtag #ilmiobalconeèunapiazza; #ilcoraggiodiognigiorno; #23maggio2020”.