Elezioni provinciali, De Sarro (FI) il centrodestra Lametino sia unito

Lamezia Terme – “Lamezia una città dalle grandi opportunità mai sfruttate. Un po’ per colpa di tutti la nostra città è rimasta in un pantano che non le ha mai permesso di crescere e diventare la regina della Calabria”. È quanto sostiene, in una nota, Francesco De Sarro, vice coordinatore provinciale Forza Italia che, aggiunge: “sono ormai anni che la città di Lamezia non ha un rappresentante istituzionale di rilievo sia a livello provinciale e sia a livello regionale, che possa sostenere il rilancio del territorio. Lamezia Terme purtroppo è una città che negli ultimi anni sia durante il commissariamento e sia ora con la nuova amministrazione eletta un anno fa, viene gestita come un piccolo comune di 3000 persone. Non avendo un filo conduttore politico ne con la provincia, ne con la regione e ne con il governo nazionale o europeo, che possa sostenere le azioni di governo, al fine di migliorare la nostra città. Credo e reputo opportuno, almeno per il centrodestra lametino, mettere da parte tutte le ostilità interne e cercare una via comune per le prossime elezioni provinciali”.
Secondo De Sarro, in vista delle provinciali: “È necessario che i 5 consiglieri comunali di centrodestra convergano i loro voti su un unico candidato, così da poter garantire al nostro territorio almeno un consigliere provinciale di centrodestra, che altrimenti non esisterebbe. Un appello va rivolto anche a coloro i quali siedano tra i banchi della maggioranza che oggi non sanno dove dirigersi visto la loro apparente apartiticità dimostrata nelle comunali 2019.
Credo per il bene della nostra città che anche i consiglieri comunali che si ispirano ai valori di centrodestra ma che oggi si trovano in pseudo liste civiche non potendosi collocare politicamente ed ufficialmente nel centrodestra possano dare per il bene della nostra città il voto ai colleghi consiglieri che invece sono ad oggi collocati nei partiti con riferimenti istituzionali in grado di dare risposte alla nostra Lamezia. Il mio auspicio – conclude – è che in queste competizioni elettorali di secondo livello non avvenga quanto accaduto alle ultime regionali dove Lamezia ancora una volta rimanga priva di rappresentanza”.