Maltempo: evacuate famiglie in Calabria, allarme corsi d’acqua

Maltempo_05341Lamezia Terme – Permane lo stato di allerta massimo in Calabria per le condizioni meteorologiche che interessano la regione dalla giornata di domani. Sulla costa ionica Reggina si segnalano le conseguenze peggiori per la popolazione. I centralini dei vigili del fuoco sono intasati per le diverse chiamate di aiuto. Molte, infatti, le famiglie tratte in salvo dopo essere rimaste isolate in casa per l’acqua alta. Anche nel Vibonese e’ stata evacuata una famiglia, mentre nel Crotonese e’ crollato un palazzo disabitato. Forti disagi si registrano su tutta la viabilita’ regionale, con chiusure, a tratti, anche sulle principali arterie a causa di frane e allagamenti. L’Anas segnala che a Ferruzzano, il traffico sulla statale 106 e’ provvisoriamente bloccato a causa di una frana. Diversi allagamenti a tratti sono segnalati sulla statale 106. Resta, infine, la chiusura per allagamenti di un tratto della statale 106 in corrispondenza del centro abitato di Bovalino Ardore, in provincia di Reggio Calabria.

Sulla statale 18 Tirrena Inferiore, in localita’ Bagnara, sono in corso le attivita’ di rimozione di massi caduti nella notte sulla sede stradale ma la circolazione e’ regolare. Detriti e fango sono presenti anche sulla statale 106 in corrispondenza dello svincolo di Saline Ioniche, ma la circolazione e’ consentita. Disagi anche sulla viabilita’ del Catanzarese, con la zona piu’ colpita che risulta essere quella del Soveratese dove si segnalano frane e allagamenti anche in alcuni centri abitati. Personale dell’Anas a lavoro tra i comuni di Chiaravalle e Torre Ruggero, dove una frana blocca la circolazione sulla statale 182. L’Arpa Calabria ha diffuso un bollettino aggiornato sulle condizioni meteo nel quale indica codice rosso su Ionio centrale e meridionale e Tirreno meridionale fino alla giornata di domani, arancione sulle altre zone. Drammatici i dati sulla pioggia registrata nella regione, considerato che a Chiaravalle, in provincia di Catanzaro, l’Arpacal ha registrato 600 millimetri nelle ultime 48 ore e 234 nelle ultime 24 ore. Tutti i corsi d’acqua sono oltre il limite di sicurezza, mentre i venti soffiano oltre gli 80 chilometri orari.