Elezioni: Siclari (Fi), sanita’ e trasporti emergenze del Reggino

Catanzaro – “Esistono emergenze in Calabria, e in particolare nella provincia di Reggio, che non possono e non devono mai piu’ essere trascurate. Sanita’ e trasporti, in particolare, sono due piaghe che rappresentano uno stato di emergenza ormai cronico. Depotenziamento e carenza strutturale hanno portato ad offrire servizi da terzo mondo”. Lo afferma Marco Siclari, candidato al Senato per Fi.
Le responsabilita’ – dice – in questo caso sono chiare: l’assenza della politica ha portato questa nostra terra al collasso. Viviamo in uno dei posti privilegiati dalla natura, con una posizione strategica nel Mediterraneo, tra mare e montagne abbiamo racchiusi tesori inestimabili, beni architettonici e culturali, una tradizione enogastronomica invidiabile, eppure, siamo ancora in preda ad emergenze di ogni tipo. Le specificita’ della nostra terra da sole non possono bastare a generare sviluppo e crescita. Questo e’ il compito della politica, quella vera a servizio dei cittadini e del territorio. Nella provincia reggina – prosegue – e’ proprio questo che e’ mancato: la presenza di politici, tanto a livello nazionale quanto regionale, in grado di prendere le emergenze di polso, portarle ai tavoli romani e porle come prioritarie per lo sviluppo del Mezzogiorno. Come possiamo anche solo pensare alla ripresa di un’economia morente, atrofizzata da anni di abbandono, senza passare dal sistema dei trasporti? Come possiamo fare promesse di crescita territoriale se non ci si concentra in primis sui collegamenti? E’ proprio di questo che intendo occuparmi dopo la vittoria del centrodestra, portando come primo punto in agenda del governo – afferma – l’emergenza infrastrutturale a Reggio Calabria. E’ inaccettabile che un aeroporto come quello di Reggio Calabria sia ancora a rischio chiusura”.