Regione: Irto, auguro a Oliverio di chiarire presto sua posizione

Reggio Calabria – Il presidente dell’assemblea, Nicola Irto, in apertura degli odierni lavori del Consiglio regionale, ha letto un messaggio con riferimento alla vicenda che nei giorni scorsi ha coinvolto il presidente della Giunta, Mario Oliverio, nei cui confronti e’ stata applicata la misura dell’obbligo di dimora nel suo comune di residenza, San Giovanni in Fiore (Cosenza), nell’ambito dell’inchiesta “Lande desolate” della Dda di Catanzaro.
“All’esito delle valutazioni condivise con la conferenza dei capigruppo allargata all’Ufficio di presidenza, abbiamo il dovere verso i calabresi – ha esordito Irto – di fare una breve riflessione su questa vicenda. Ribadiamo il pieno e assoluto rispetto lavoro magistratura, verso la quale nutriamo la massima fiducia, nello svolgimento delle doverose attivita’ di indagine auspichiamo un celere accertamento della verita’, attesa anche la delicatezza della funzione istituzionale del presidente Oliverio, la cui storia e’ sempre stata chiara e che e’ stato democraticamente chiamato a svolgere la massima funzione di governo della Regione”.
Il presidente del Consiglio regionale ha poi espresso “un ringraziamento all’Ufficio di presidenza, ai capigruppo e a tutti i consiglieri per il senso di responsabilita’ dimostrato in queste ore molto delicate, che richiedono il massimo impegno per portare avanti l’attivita’ di questa istituzione per il bene dei calabresi. Siamo certi che i lavori della seduta odierna, il cui ordine del giorno prevede la trattazione di materie delicate, si svolgeranno con lo stesso senso di rigore, sobrieta’ e responsabilita’ che – ha concluso Irto – deve contraddistinguere questa istituzionale. Sul piano umano, consentitemi, auguro al presidente Oliverio di poter chiarire nel piu’ breve tempo possibile, davanti alla magistratura, la propria posizione”.