Trivelle: Broccolo (si), incompatibili con vocazione territorio

Catanzaro – “Tra i nuovi permessi di ricerca autorizzati nello Ionio, uno riguarda il mare antistante alla provincia di Crotone. E’ ormai noto che sulla base di ben tre decreti, pubblicati sul Bollettino ufficiale idrocarburi e georisorse del 31 dicembre 2018, si accordano ad una compagnia straniera tre permessi per un totale di 2.200 km quadrati nel tratto che va da Leuca a Isola ad Capo Rizzuto. Ora come prima, Sinistra Italiana Calabria si schiera contro un’idea coloniale ed antieconomica di “sviluppo””. Lo dichiara Angelo Broccolo, segretario regionale di Sinistra Italiana, sottolineando, “se ce fosse necessita’ che detta ipotesi confligge contro le vocazioni autentiche del territorio ivi compreso la discutibile riabilitazione post governativa dell’air gun, tecnica ad aria compressa che risulta dannosa per l’intero ecosistema marino,nonostante il governo del “cambiamento””.
Broccolo lancia quindi “un appello a tutte le forze organizzate, alle istituzioni e soprattutto ai movimenti per un primo appuntamento a Crotone – conclude – a rilanciare una mobilitazione popolare che scongiuri la colonizzazione della nostra terra”.