Sanita’: nuovo video ministro Grillo, ” settore non e’ bancomat”

Catanzaro – “Non e’ possibile continuare a perseverare, perseverare, perseverare, e spremere la sanita’ come se fosse un bancomat e fare quello che si vuole, con la gente che muore nei punti nascita, con le infezioni ospedaliere e tutto quello che succede”. Lo dice il ministro della Sanita’, Giulia Grillo, in un nuovo video pubblicato su facebook, dopo quello di questa mattina, in polemica con il presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio, sulle nomine nelle aziende sanitarie calabresi. “Non siamo tutti deficienti, sappiamo – prosegue la Grillo – quello che succede in Calabria, anche con una sanita’ privata che si ingrassa le tasche come se non ci fosse un domani. Per questo sono un pochino arrabbiata e mi dovete scusare, ma non posso accettare questa situazione perche’ i cittadini calabresi sono italiani, la Calabria fa parte dell’Italia, siamo un popolo unita’ e uniti dobbiamo essere anche nell’esigere i nostri diritti. Non sono qua – sostiene il ministro della Sanita’ – per scaldare la sedia: ho nominato commissari per fare un cambiamento, e se Oliverio non lo vuole, noi i commissari li possiamo anche levare ma i cittadini calabresi devono sapere che Oliverio non vuole il cambiamento, ed e’ anche colpa sua se la sanita’ calabrese non sta migliorando, anzi ha peggiorato risultati gia’ negativi”. In un post pubblicato a corredo del video, la Grillo poi osserva: “Il governo ha nominato i commissari per portare lo Stato in una sanita’ abbandonata a se stessa da anni. Certo, le nomine sono prerogativa del presidente, ma i commissari non sanno neanche chi si appresta a nominare. E questa secondo voi, si puo’ chiamare “leale collaborazione”? Io sono dalla parte dei cittadini onesti, non posso permettere – conclude il ministro della Sanita’- che la Calabria continui a subire scelte irresponsabili. Siamo il governo del cambiamento, i calabresi non possono piu’ aspettare”.