Comune Catanzaro: l’esordio della Lega, “Ridurre i costi”

Catanzaro – La riduzione dei costi della politica al Comune: su questo tema la Lega ha fatto il suo esordio pubblico nella citta’ di Catanzaro. Il coordinatore provinciale della Lega, Antonio Chiefalo, e il coordinatore cittadino del partito di Salvini, Francesco Palaia, hanno, infatti, tenuto una conferenza stampa per illustrare una proposta finalizzata al contenimento delle spese dell’amministrazione comunale del capoluogo, in particolare di quelle legate all’attivita’ delle commissioni consiliari. “E’ un’iniziativa – ha esordito Chiefalo – che risponde all’esigenza di far comprendere l’attivita’ del partito sui singoli temi che sono alla base della nostra azione. Lo stiamo gia’ facendo da tempo e adesso stiamo sviluppando le nostre proposte: in questo caso parliamo di misure incisive che toccano i costi della politica, perche’ vogliamo intervenire su queste dinamiche per far capire che abbiamo idee chiare e forti su cui possiamo impostare politiche profonde. Questa tema oggi – ha spiegato il coordinatore provinciale della Lega di Catanzaro – e’ reso attuale anche per un’inchiesta della magistratura ma e’ da tempo al centro della nostra attenzione”. La proposta dei salviniani – ha rilevato Palaia – nasce dalla “necessita’ di modificare un Regolamento comunale che nei fatti ha determinato la nascita della figura professionale del consigliere comunale a tempo pieno, una distorsione costosa e adesso da correggere. Il nostro obiettivo – ha sostenuto il coordinatore della Lega catanzarese – non e’ quello di cavalcare per fini politico-.elettorali l’indagine avviata dalla magistratura senza essere costruttivi, ma e’ quello di far svolgere alle Commissioni comunali il loro ruolo”. La proposta della Lega di Catanzaro si articola su quattro punti: “Pensiamo anzitutto che le riunioni del Consiglio comunale e delle Commissioni – ha aggiunto Palaia – debbano essere svolte al di fuori dell’ordinario orario di lavoro degli uffici, tranne casi particolare. Inoltre, le Commissioni dovranno svolgere solo funzioni consultive, e potranno essere riunite esclusivamente prima delle sedute del Consiglio comunale per esprimere i loro pareri sugli argomenti all’ordine del giorno dell’assemblea, e per non piu’ di una volta alla settimana. Infine – ha specificato il coordinatore cittadino della Lega – i consiglieri potranno far parte di una sola commissione”. Secondo Palaia, infine, “se le nostre proposte venissero accolte si potrebbe realizzare per le casse del Comune di Catanzaro un risparmio di circa mezzo milione di euro all’anno. Per questo chiediamo al sindaco e al Consiglio comunale di farle proprie in modo da ridare credibilita’ alle istituzioni e alla politica”.