Regione: Greco (Op) presenta interrogazione su stato sanita’

Catanzaro – Il consigliere regionale Orlandino Greco, capogruppo di Oliverio Presidente, ha presentato un’interrogazione al presidente della Giunta sulla situazione della sanita’ in Calabria. Nell’atto di sindacato ispettivo Greco ricorda che “il 6 marzo 2019 il ministro della Sanita’ Giulia Grillo ha visitato gli ospedali di Locri e Polistena riscontrando gravi carenze strutturali e di personale, e successivamente ha evidenziato il peggioramento dei livelli essenziali di assistenza in Calabria e l’aumento del disavanzo sanitario che ha raggiunto i 127 milioni. Il ministro – aggiunge il consigliere regionale – ha chiaramente fatto riferimento a responsabilita’ politiche e amministrative anche di carattere penale e alla luce di tutto questo ha annunciato un decreto straordinario a favore della sanita’ in Calabria. Il quadro delineato dal ministro Grillo lascia presagire la possibilita’ di ulteriori commissariamenti per la nostra Regione e aggrava ancor di piu’ la percezione che tutti i calabresi hanno relativamente alla gestione dell’intero comparto della sanita’ in Calabria”. Con l’interrogazione, Greco chiede al presidente della Giunta regionale di sapere, tra le altre cose, “quanti siano i posti letto disponibili in tutti gli ospedali pubblici calabresi e se questi siano idonei a garantire copertura alla domanda di servizi ospedalieri dei calabresi; quale sia il cronoprogramma degli interventi strutturali in itinere e di tutti quelli programmati negli ospedali pubblici calabresi e i tempi previsti per la realizzazione e l’apertura di nuovi presidi pubblici”. Inoltre, il capogruppo di Oliverio Presidente chiede “cosa sia stato predisposto per arginare il crescente flusso dell’emigrazione sanitaria verso le altre regioni, aumentata negli ultimi quattro anni dal 17% al 21%, con un costo per la nostra Regione di circa 320 milioni l’anno; se corrisponde al vero che siano state riscontrate carenze igienico-sanitarie e carenze strutturali, in diversi ospedali della Regione Calabria; quali siano – conclude Greco – le reali condizioni finanziarie della sanita’ calabrese in ordine ai bilanci di tutte le aziende ospedaliere e di tutte le Asp calabresi”.