Autonomia: Sculco (Cir), “E’ una secessione camuffata”

Reggio Calabria – Un “Focus” sul tema del regionalismo differenziato (art. 116, comma 3 della Costituzione) e’ programmato per venerdi’ 29 marzo, con inizio alle ore 17 al Lido, degli Scogli di Crotone.
Ad organizzarlo la capogruppo di “Calabria in Rete” in Consiglio regionale, Flora Sculco, a cui tocchera’ introdurre il dibattito, che sara’ concluso dal presidente della Giunta regionale Mario Oliverio, con una relazione specifica con la quale “senza intenti polemici ma con grande serenita’ e determinazione si intendono analizzare sia la struttura che gli effetti del cosiddetto regionalismo differenziato in salsa squisitamente leghista. Naturalmente – sostiene la consigliera regionale – il contributo che vogliamo offrire con l’apporto degli autorevoli interlocutori muove dall’angolo visuale non solo dell’intero Paese, ma anche e soprattutto del Mezzogiorno ed in particolar modo della nostra regione. E lo vogliamo fare senza preconcetti e in piena liberta’. Lo vogliamo e lo dobbiamo fare, anche perche’ siamo convinti che stanno provando a far passare una vera e propria secessione, camuffandola sotto le mentite spoglie del rafforzamento dell’autonomia regionale, come una semplice ed innocua operazione di riequilibrio di poteri e competenze fra lo Stato ed alcune Regioni”.
Titolo scelto per l’appuntamento: “C’era una volta l’Italia / Una e indivisibile – art. 5 Costituzione”. A presiedere e a coordinare i lavori il sindaco di Crotone Ugo Pugliese. Dopo l’introduzione di Flora Sculco, interverranno il presidente della cooperativa sociale Agora’ Kroton Gregorio Mungari Cotruzzola’, il segretario generale della Cisl-Calabria Tonino Russo, il sociologo Pietro Fantozzi e il presidente del Consiglio regionale della Calabria Nicola Irto.