Appalti Calabria: Bova, ora la politica sappia fare la sua parte

Catanzaro  – “La politica sappia fare la propria parte”. Lo afferma il presidente della Commissione regionale anti-‘ndrangheta, Arturo Bova, commentando l’inchiesta della Procura di Catanzaro sulle presunte irregolarità nella gestione di alcuni appalti di rilievo regionale. “Nella magistratura – prosegue Bova – va riposta la massima fiducia, pur consapevoli che in uno stato di diritto il garantismo non può essere calpestato da niente e da nessuno. C’è però un altro lato della medaglia: la questione politica. Perché se a livello giudiziario sarà necessario attendere gli eventuali gradi di giudizio, a livello politico la questione va analizzata immediatamente nella piena consapevolezza che tra pochi mesi saremo chiamati a votare per le elezioni regionali”. Bova osserva: “La politica sappia fare la propria parte. Sappia pretendere di essere informata nel dettaglio dai suoi ‘rappresentanti’ sugli accadimenti giudiziari che li coinvolgono e, all’esito, sappia adottare i necessari e conseguenziali provvedimenti, in termini di difesa ad oltranza, ovvero e se necessario, in termini di espulsioni di chi ha preferito fare il politicante prenditore. Solo così – conclude il presidente della Commissione regionale anti-‘ndrangheta – potremo riconquistare la fiducia dei calabresi e degli italiani e definirci degni rappresentati del popolo sovrano”.