Regionali: Udc, Oliverio indichi data del voto al più presto

Reggio Calabria  – “La farsa sulla data delle elezioni deve finire al più presto il governatore Mario Oliverio proceda a fissare la data al più presto possibile, cioè alla fine del mandato e quindi non oltre la prima metà di dicembre”. Lo afferma il delegato dell’Udc di Reggio Calabria, Riccardo Occhipinti che critica la mancata presenza del presidente della Giunta all’ultima riunione della conferenza dei capigruppo regionali che ha avuto luogo a palazzo Campanella.
“Il governatore – dice il delegato dell’Udc – ancora una volta sfugge alle proprie responsabilità e evita di fare chiarezza sulla data del voto, mettendosi anche in contrasto con le disposizioni del suo partito. La legislatura regionale, una delle peggiori della storia del regionalismo calabrese, è in agonia da tempo. Il centrosinistra non esiste più e i disastri in tema di sanità, occupazione, infrastrutture, turismo e sviluppo sono davanti agli occhi di tutti. Proseguire ancora in questo calvario non ha alcun senso e sarebbe controproducente per i calabresi. Il presidente approfitti della prossima seduta di Consiglio regionale convocasta per lunedì 30 settembre per fare chiarezza e indicare la data delle elezioni né avrebbe senso andare al 2020 soltanto perché c’è la manovra finanziaria da approvare. L’atto economico potrà essere licenziato dalla prossima maggioranza di centrodestra e anzi costituirebbe l’occasione giusta per cominciare ad invertire la tendenza. Accampare ancora scuse dopo 5 anni – conclude il delegato dell’Udc – è ridicolo e nasconde soltanto un attaccamento alla poltrona, fonte principale dei sentimenti di rabbia di cui si nutre l’antipolitica”.