Olivicoltura: Tripodi (FI), da Governo nessuna risposta per Calabria

Catanzaro  -“Dal Governo tassa e spendi, risposte vacue e risibili a tutela del comparto olivicolo della Calabria”. Lo dichiara Maria Tripodi, deputata di Forza Italia, in merito all’interpellanza urgente discussa a stamani a Montecitorio. “Ho portato all’attenzione del Ministro alle Politiche Agricole – sottolinea – il grave stato in cui versano le aziende del nostro territorio a causa degli elevati costi di produzione che devono far fronte al crollo dei prezzi dovuti alle importazioni di oli provenienti da Tunisia, Algeria, Turchia e altri Paesi extra europei. Gli eroici imprenditori del settore olivicolo oltre a vedersi deprezzare un’eccellenza della produzione Made in Calabria, a vantaggio di aziende estere che in quanto a qualità non possono certo vantare i nostri standard, sono sottoposti a una burocrazia fatta di cavilli e orpelli che ledono pesantemente la produzione regionale, con tutte le conseguenze che ne derivano in termini di occupazione una regione che paga già lo scotto di essere tra le meno sviluppate del già povero meridione”. Secondo Tripodi, “il Governo dell’avvocato del popolo, anziché affrontare tali importanti problematiche, come nelle migliori tradizioni rimane silente spettatore. Darò battaglia in ogni sede per tutelare il nostro olio e il lavoro di chi con sacrificio fa impresa anche a queste latitudini. Forza Italia d’altronde come non manca mai di ribadire il Presidente Berlusconi sta dalla parte di chi produce”.