Sanità: Siclari (FI), la Calabria ha bisogno di un fondo speciale

Catanzaro – «Dopo aver consegnato al ministro Roberto Speranza un lungo ed articolato documento dove Forza Italia chiede di rivedere molti punti fondamentali per scongiurare il collasso del sistema sanitario nazionale previsto nel 2024, oggi, in commissione Igiene e Sanità, da capogruppo ho chiesto al ministro di rivedere il tetto di spesa previsto. Noi chiediamo che il tetto massimo previsto per la spesa sanitaria diventi il tetto minimo, per ridurre le diseguaglianze che oggi sono all’ordine del giorno e, in molte regioni non riusciamo più neanche a garantire la presenza dei medici». Il senatore Marco Siclari, capogruppo di Forza Italia in commissione Igiene e Sanità, è intervenuto oggi per chiedere al ministro Speranza di tenere in considerazione le osservazioni presentate, soprattutto, in merito alla crisi che il sistema sanitario nazionale sta vivendo e che tra pochi anni, senza un’inversione di rotta necessaria, ne causerebbe il collasso. «Esistono già forti campanelli di allarme – ha chiarito Siclari – basti pensare al divario, in termini di assistenza, tra Nord e Sud. All’emergenza vissuta dalle regioni commissariate, come la Calabria per la quale chiedo al Ministro di introdurre un “fondo speciale” da destinare alle emergenze assistenziali che vivono i pazienti calabresi. Il ministro ha già votato contrariamente al Decreto Calabria, quando era all’opposizione, quindi mi auguro che possa recepire le nostre osservazioni e rivedere un decreto vuoto di contenuti, di risorse e di strumenti per sanare una situazione ormai arrivata al limite», ha concluso il senatore azzurro.