Lamezia: incontro con Guarascio su stato salute sanità lametina

Lamezia Terme – Di salute dei cittadini e di tutto il sistema sanitario lametino si è parlato ieri durante l’incontro “Sanità e Territorio”, organizzato dal Partito Democratico al punto d’incontro Guarascio Sindaco. Un appuntamento molto partecipato che ha avuto lo scopo di avviare un confronto costruttivo tra il candidato a sindaco Eugenio Guarascio e i medici, gli operatori sanitari e i cittadini di Lamezia Terme sullo stato di salute del sistema sanitario e della sua integrazione con il territorio.
Nel salutare la sala il segretario del Pd lametino, Antonio Sirianni, ha sottolineato quanto il tema della sanità sia molto caro al partito, tanto che sarà oggetto di specifici incontri di studio e confronto anche in seguito alla campagna elettorale.
Sul ruolo del sindaco come primo responsabile della salute delle città si è soffermato nella relazione iniziale il medico Tommaso Sonni: «La salute dei cittadini dipende in primo luogo da come sono organizzate le nostre città, perché dipende ad esempio da cosa mangiamo, da quanto sport facciamo, dai trasporti pubblici e da come curiamo il verde pubblico. Ecco perché il sindaco ha in mano il governo complessivo della politica della salute». «Il sistema sanitario è infatti solo una parte del sistema salute, – ha continuato Sonni – che dobbiamo potenziare e indirizzare perché risponda sempre meglio alle necessità dei cittadini di questo comprensorio e oltre».
Il dottore Francesco Muraca ha rimarcato l’importanza di fare rete e creare maggiore collaborazione con Catanzaro e dell’urgenza di una riorganizzazione delle strutture sul territorio che elimini alcuni aspetti contraddittori, come la presenza di due hub. Muraca ha poi ricordato il lavoro di analisi fatto dal Partito Democratico che ha portato all’elaborazione di un documento programmatico, ricco di proposte per una riorganizzazione efficace del sistema.
Della necessità di un’integrazione più serrata tra la medicina del territorio, medici di base e ambulatori per decongestionare l’ospedale, hanno parlato Saverio Ferrari, medico del 118 e candidato del Pd al consiglio comunale di Lamezia e Lorenzo Surace, dirigente medico dell’Asp di Catanzaro. Quest’ultimo ha anche rimarcato l’importanza strategica del polo lametino all’interno del sistema provinciale e di quanto sia importante mettere in campo politiche per favorire l’accesso e la fruibilità dei servizi sanitari per le persone più povere e più fragili, come i destinatari di assistenza domiciliare.
Ernesto Palma, professore di farmacologia all’Università Magna Graecia e parte della segreteria del Pd lametino, ha poi sottolineato l’importanza della formazione di giovani competenti e di una più stretta collaborazione con l’ateneo di Catanzaro, superando le logiche campanilistiche: «perché la salute, come la democrazia appartiene a tutti».
«La sanità in Calabria sta morendo per carenza di riforme – ha detto Rubens Curia, ex dirigente del dipartimento salute della Regione Calabria, già direttore generale dell’ASP di Vibo Valentia – stiamo lavorando con strumenti legislativi vecchi e superati. Serve una nuova grande riforma della sanità regionale, che come prima cosa dovrà recuperare la fiducia dei cittadini calabresi verso il proprio servizio sanitario, attraverso la partecipazione e la creazione delle consulte».
Eugenio Guarascio, nel trarre le conclusioni di questo produttivo confronto, ha espresso la propria convinzione dell’importanza del ruolo sindaco per la salute dei cittadini: «Sarà necessario dare impulso al sistema territoriale, mettendo in rete servizi pubblici e privati, mentre con l’innovazione e la digitalizzazione del sistema, si migliorerà l’organizzazione e l’efficacia dei servizi sanitari, restituendo fiducia nei cittadini».
«Dobbiamo incalzare il livello regionale, – ha concluso il candidato a sindaco – Lamezia ha un ruolo importante nel sistema calabrese ed esprime tante eccellenze, dal Centro protesi dell’Inail al Centro Regionale di Neurogenetica. In quest’ottica potrebbe essere di supporto e di servizio alle esigenze di tutta la regione, la realizzazione a Lamezia di un nuovo polo di medicina sportiva».

,