Calabria: appello di 147 donne per candidata governatrice

Catanzaro – “Un appello a tutte le forze democratiche, alla società civile, al mondo accademico, alle forze politiche affinché alle prossime elezioni regionali venga scelta una candidata donna a governatrice”. A lanciarlo sono 147 donne calabresi in un documento la cui prima firmataria è Tonia Stumpo, consigliera di parità della Regione Calabria: nell’elenco figurano, poi, molte esponenti della politica, dell’imprenditoria, delle università, del mondo scolastico e culturale e dell’associazionismo in Calabria. “Chiediamo inoltre – proseguono le 147 donne firmatarie dell’appello – di rispettare la presenza di genere nella formazione delle liste (in assenza di una legge regionale a tal riguardo) al fine di assicurare il diritto costituzionale in un ottica democratica partecipativa e rappresentativa. Sarebbe un segnale forte che restituirebbe alle donne un ruolo centrale e non più marginale e tutelerebbe dignità e diritti inalienabili per le donne. Non arretrare, ma salvaguardare l’esercizio democratico: riteniamo che questa battaglia culturale e di civiltà debba interessare in maniera trasversale i luoghi della politica”, Nell’appello poi si rileva che “la questione della scarsa presenza femminile nei luoghi di decisione è un dato che, a settant’anni dall’acquisizione del diritto elettorale da parte delle donne, è sintomo di una sconfitta per la stessa democrazia e lascia aperto il problema del riequilibrio della rappresentanza di genere. Garantire pari opportunità da parte di chi andrà a definire le sorti della Calabria significa restituire speranza all’intera comunità per la realizzazione di una democrazia effettiva e non di facciata. È il momento del coraggio e della svolta positiva”.