Stato-Regioni: Calabria, “Passi avanti con ok a Patto Salute”

Catanzaro  – “La sottoscrizione del Patto della Salute apre di fatto una nuova stagione”. Lo afferma il presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio, in una nota diffusa dall’Ufficio stampa della Giunta con riferimento al via libera all’intesa da parte della Conferenza delle Regioni, alla quale hanno partecipato, per la Calabria, l’assessosre al Bilancio, Mariateresa Fragomeni, e il delegato per le politiche sanitarie, Franco Pacenza. “Sugli emendamenti proposti dalla delegazione calabrese – si legge nella nota – ci sono state diverse interruzioni dei lavori e molti contatti con i ministeri competenti. Sono due i punti strategici posti dalla Calabria da diverse settimane. Uno riguarda la definizione dei nuovi percorsi circa l’uscita dai piani di rientro e l’altro la previsione di forme di sostegno e accompagnamento per l’uscita dai piani rientro. Secondo il presidente della Regione Calabria su entrambe le questioni si è raggiunta una mediazione soddisfacente. Infatti il testo prevede che il Governo, entro 90 giorni, presenti alle Regioni nuove linee guida per l’uscita dai piani di rientro. Inoltre il Governo si è impegnato a garantire forme di sostegno e di accompagnamento per l’uscita dai Piani di rientro”. La nota della Regione Calabria sottolinea che “la sottoscrizione del Patto della salute apre di fatto una nuova stagione. Ci sono strumenti importanti, che vanno ora costruiti ma che prima erano inesistenti. Il piano per la mobilità sanitaria, l’aumento del fondo sanitario, gli investimenti in materia di edilizia e l’accelerazione delle procedure di fatto cancellano la stagione dei taglie e dei blocchi. Le stesse norme previste in finanziaria in materia di stabilizzazioni e di graduatorie, su cui l’amministrazione regionale ha lavorato molto in questi mesi, rappresentano risultati importanti. Ora bisogna chiudere definitivamente con la stagione dei piani di rientro e dei commissariamenti. Solo così potrà aprirsi una nuova stagione per la sanità calabrese”. (AGI)
CZ2/MRG