Sud: Occhiuto (FI), piano 2030 offensivo verso Mezzogiorno

Roma – “Il premier Conte e i ministri Provenzano e Azzolina ieri hanno scelto Gioia Tauro, la Calabria, per lanciare il Piano Sud 2030, un’accozzaglia di misure propagandistiche, un modo per nascondere i terremoti quotidiani all’interno della maggioranza”. Ad affermarlo è Roberto Occhiuto, vicecapogruppo vicario FI alla Camera. “Per di più – riprende – nella slide di copertina del Piano si vede una fotografia del Golfo di Trieste con la scritta ’Un piano per il Sud è un progetto per l‘Italia’. Una gaffe incomprensibile e offensiva nei confronti del Mezzogiorno e della Calabria. Il ministro Provenzano ha provato ad accampare ridicole scuse. ‘È stato fatto di proposito’, ha detto. La classica toppa peggiore del buco”.
“Una cosa è certa. Questo esecutivo ed in particolare il Movimento 5 stelle – conclude – hanno dimenticato il Sud ed hanno pensato di risolvere antichi problemi con l’inganno del reddito di cittadinanza. Alle regioni meridionali non interessa l’assistenzialismo di Stato, servono opportunità, crescita, infrastrutture e lavoro. Le perdite di tempo e gli spot lasciano il tempo che trovano”.