Fase 2: Calabria; Pd, Santelli difende la Lega e non calabresi

Roma – “La Santelli deve esser convinta di aver vinto un casting e non le elezioni regionali. Continua a imperversare in televisione mentre diserta le sedi istituzionali dove Governo e Regioni decidono come ripartire”. Lo dichiara il commissario regionale del Partito Democratico della Calabria Stefano Graziano.
“Siamo l’unica regione che non ha partecipato alla riunione del coordinamento. La Calabria è stata sacrificata sull’altare politico di Matteo Salvini, si pensi che la Santelli è andata ben oltre le disposizioni di un leghista doc come Zaia. I calabresi non meritano questo, non meritano un inutile braccio di ferro sulla salute dei calabresi. Bene farà il governo a impugnare questa scellerata ordinanza”, conclude l’esponente dem.