Sanità, Sofo (Lega): “Calabresi non sono italiani di Serie B”

Bruxelles – “A quanto pare anche il quinto commissario per la gestione della sanità in Calabria, questa volta individuato in Agostino Miozzo, è saltato per giochi di potere. Se questo circo vergognoso fosse capitato in qualsiasi altra regione d’Italia, sarebbero già saltati Premier e Ministro alla Salute. Ma siccome accade in Calabria, a chi importa. Il Presidente della Repubblica Mattarella non indugi oltre e intervenga a difesa dei calabresi che sono cittadini italiani tanto quanto gli altri e meritano di essere rispettati e tutelati tanto quanto gli altri”.
Così l’europarlamentare della Lega Vincenzo Sofo ha commentato la recente proposta, subito smentita, di un quinto nome per la gestione della sanità in Calabria.