Precari Covid, Parentela (M5S), “il nuovo governo e il futuro Parlamento non li dimentichino”

Roma – «Mi auguro che il futuro Parlamento e il prossimo governo non dimentichino i precari della sanità che, anche se sfruttati, hanno lavorato tanto durante l’emergenza Covid, assicurando le cure e le vaccinazioni nella lunga e dura fase della pandemia». Lo afferma, in una nota, il deputato M5S Paolo Parentela, che aggiunge: «Nell’ultima legge di Bilancio avevo lavorato per agevolare la stabilizzazione di questo personale, che, pur tra grosse difficoltà, ha dato prova di senso del dovere e si è sacrificato per il bene comune». «Sarebbe imperdonabile – conclude Parentela – se, soprattutto in Calabria, questi lavoratori venissero abbandonati alla disoccupazione. È possibile prevedere per loro condizioni di accesso all’impiego nella sanità pubblica, attraverso norme che ne riconoscano e premino il servizio prestato in condizioni di rischio elevatissimo. In un Paese civile, lo Stato e le Regioni garantiscono i meriti e non lasciano a piedi chi si è speso per salvare vite umane».