Segnali concreti quelli lanciati dalla Regione

Lamezia Terme – “Segnali concreti e incoraggianti quelli lanciati dal governo regionale calabrese per cercare di arrivare ad un decongestionamento dei pronto soccorso territoriali soprattutto in questo particolare periodo dell’anno in cui i flussi di utenti quotidiani sono notevoli e difficili da gestire per carenza di personale”. E’ quanto afferma l’avvocato Fernando Nucifero – dirigente del movimento civico Patto Sociale di Lamezia Terme – in merito all’avviso pubblico per il conferimento di incarichi di lavoro autonomo rivolto ai medici specializzandi, pubblicato da Azienda Zero e condiviso con il Dipartimento Salute e welfare della Regione Calabria, con lo scopo di rafforzare le strutture complesse di emergenza – urgenza delle Aziende sanitarie provinciali e ospedaliere del servizio sanitario regionale. L’ iniziativa – sottolinea l’esponente di Patto Sociale – prevede la divisione del territorio regionale in tre macro aree: la prima è relativa alla zona nord della Calabria, ovvero quella ricadente nella provincia di Cosenza; la seconda è riferita all’intera area centrale, raggruppando le province di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia; la terza è riferita alla zona sud, ovvero all’area che ricade nel territorio della provincia di Reggio Calabria, con gli specializzandi che “ si occuperanno principalmente dei pazienti che, seguendo le attuali regole del triage, saranno classificati con i codici meno gravi”. Una misura lavorativa in cui, – per Nucifero – è fondamentale “una manifestazione d’interesse massiccia dei neo professionisti” che – conclude – “sarà sicuramente resa corposamente con spirito di servizio, senso di responsabilità, determinazione ed entusiasmo costituendo, tra l’altro, lodevole opportunità di pratica formativa consentendo l’acquisizione di competenze reali sul campo di battaglia essenziali per il futuro professionale”.