Reggio Calabria: corso formazione “Infermieri in terapia intensiva”

Reggio Calabria – Alle 9 di mercoledì 8 maggio, presso la sala “Spinelli” del Grande Ospedale Metropolitano di Reggio Calabria, si svolgerà il corso di formazione promosso dall’Opi (Ordine delle professioni infermieristiche) di Reggio Calabria e dall’Aniarti (Associazione nazionale infermieri di area critica) sul tema “Infermieri in terapia intensiva”. Il corso è riservato agli iscritti all’Opi.

Il termine “terapia intensiva” indica, di per sé, un luogo in cui vengono poste persone ad alta criticità assistenziale, che necessitano di cure intensive e sottoposte dunque a costante controllo circa la regolarità delle funzioni respiratorie, neurologiche, cardiovascolari, nefrologiche così come dell’omeostasi metabolica e delle infezioni.

Delicatissimo, in questo contesto, il ruolo svolto dall’infermiere in terapia intensiva, non solo quanto all’apporto strettamente sanitario – che vede comunque l’infermiere svolgere ruoli sempre più squisitamente specialistici, riuscendo a garantire al paziente un’assistenza completa, anche tramite l’uso di strumenti tecnologici sofisticati –, ma pure dal punto di vista umano.
Un fattore, questo, di particolare importanza per la natura più varia delle emergenze che l’infermiere all’interno del team multidisciplinare di Terapia intensiva può trovarsi a dover fronteggiare: il professionista infermiere dovrà dunque essere munito di adeguato know-how, ma pure di un bagaglio esperienziale importante e da significativi skills quanto alla valutazione del cambiamento di salute cui anche repentinamente può trovarsi di fronte, in un contesto «ad alta criticità assistenziale» come classicamente quello della Terapia intensiva è.

Rilevantissimo poi il contributo che l’infermiere di terapia intensiva può svolgere ai fini dell’adozione delle decisioni di natura etica.
E anche per questa ragione diventa particolarmente indicato un percorso formativo in grado di favorire sviluppo e miglior espressione possibile delle competenze professionali ai fini dell’erogazione del più elevato standard qualitativo delle prestazioni sanitarie.

Due le sessioni di lavori previste in giornata.
Nel corso della prima, ci si soffermerà su La professione infermieristica tra valori, princìpi e norme, come pure su Identità dell’infermiere: arte, scienza, cittadini e, su un versante maggiormente tecnico, Equipe infermieristica: attività assistenziale in terapia intensiva e sub-intensiva e Infezioni: linee-guida per prevenire e ridurre l’incidenza in area critica.
La seconda e ultima sessione di lavori della giornata prevede invece un approfondimento su Crrt: terapia sostitutiva extrarenale continua in T.I. (dimostrazione pratica), ancòra su Ventilazione non invasiva: utilizzo dei vari device (prova pratica), e inoltre La responsabilità dell’infermiere di Terapia intensiva di fronte alla traccia dell’Ecg: lettura interattiva e Morte cerebrale: prelievo delle cornee. Temi, questi ultimi, con evidenti ricadute deontologiche e di notevole attualità.