Cec: Sculco, mons.Bertolone ci rincuora e ci dà speranza

rp_sculco-flora-24-300x216.jpg

Reggio Calabria – “La politica ed il meridionalismo hanno nella Chiesa e nella grande tradizione cattolica un alleato formidabile per far valere le ragioni di questa parte del Paese. In tal senso – sostiene la consigliera regionale di Calabria in Rete Flora Sculco – l’elezione di mons. Vincenzo Bertolone a presidente della Conferenza Episcopale Calabra ci rincuora e ci dà speranza. L’Arcivescovo metropolita di Catanzaro-Squillace, a cui auguro buon lavoro, conosce a fondo i drammi sociali che affliggono il Mezzogiorno. L’attenzione della Chiesa per l’Italia del Sud – aggiunge Flora Sculco – è remota: il primo documento della Chiesa sul Mezzogiorno è del 1948 e quello del 1989 (‘Mezzogiorno: sviluppo nella solidarietà’) indica nella mancanza di lavoro per i giovani ‘la più grande questione nazionale’. Di quegli anni e purtroppo anche dei nostri giorni. Con la Chiesa calabrese la politica deve confrontarsi continuamente, per rimettere al centro del proprio impegno, soprattutto dinanzi alla tragedia umanitaria dei migranti, parole come solidarietà, accoglienza ed umanità”.