Regione: Consiglio, i lavori della terza commissione

Reggio Calabria  – La terza Commissione consiliare “Sanita’, Attivita’ sociali, culturali e formative” del Consiglio regionale, presieduta da Michelangelo Mirabello, ha approvato oggi le seguenti proposte di legge: n. 394/10^ d’iniziativa dei consiglieri Gallo, Mirabello e Romeo recante: “Modifiche ed integrazioni alla legge regionale 18 giugno 1984 n. 14 (Provvidenze in favore dei mutilati ed invalidi civili e del lavoro) e n. 240/10^ a firma dei consiglieri Mirabello e Guccione recante: “Norme per il parto a domicilio” ed il Parere n. 44/10^ d’iniziativa della Giunta recante: “L.R. 28/2010 – Norme in materia dello sport nella Regione Calabria e s.m. e i. – Approvazione proposta Piano triennale degli interventi 2018 -2020”. Su quest’ultimo testo ha relazionato il consigliere delegato dalla Regione Calabria allo Sport, politiche giovanili, associazionismo e volontariato Giovanni Nucera il quale ha ricordato come “la Regione intenda fornire impulso per una nuova cultura della pratica sportiva. Il Piano – ha sottolineato – interviene dopo circa venti anni sulla materia. Uno strumento discusso e condiviso con le associazioni che prevede investimenti importanti per l’impiantistica sportiva di circa 100 milioni di euro e che rivisita in alcuni punti la legge regionale in materia”. Gran parte della seduta e’ stata quindi dedicata al tema ‘Sanita” con l’audizione del delegato del Presidente della Regione Calabria per le politiche sanitarie, Franco Pacenza il quale – coadiuvato da Pasquale Gidaro (Dipartimento Infrastrutture, Lavori Pubblici e Mobilita’) – si e’ soffermato diffusamente, rispondendo ai diversi quesiti posti dai consiglieri ed in particolare – come richiesto dal consigliere Peda’ per la seduta odierna – sullo stato della procedura finalizzata all’approvazione del progetto per la realizzazione dell’Ospedale Unico della Piana. Rispetto all’esame abbinato delle proposta di legge n. 365/10^ (d’iniziativa dei consiglieri Mirabello, Ciconte, Esposito, Parente, Scalzo e Tallini) e n. 348/10^ (d’iniziativa del consigliere Bova) per l’integrazione delle Aziende ospedaliere della citta’ di Catanzaro, a margine di un approfondito confronto, il presidente Mirabello “in un quadro di collaborazione costruttiva, ampia ed efficace con l’Ufficio del Commissario” ha deciso “di convocare per la prossima settimana, verosimilmente per giovedi’, una nuova seduta di Commissione su questo tema e, come richiesto dal collega Parente, piu’ in generale sui temi della sanita’ e sul programma della gestione sanitaria, alla presenza del neo commissario ad acta per la Sanita’ in Calabria, gen. Saverio Cotticelli”.

Successivamente, in merito alla proposta normativa n. 369/10^ “Attivazione corsi specifici di formazione per biologi in materia di gestione dei campioni biologici ed esecuzione di prelievi venosi”, accogliendo la richiesta del consigliere Peda’, il presidente dell’organismo, che e’ anche proponente dell’articolato, ha rinviato l’esame del testo per ulteriori approfondimenti con la riapertura dei termini per la presentazione degli emendamenti. In merito alla proposta di legge n. 57/10^ d’iniziativa dei consiglieri Mirabello, Giudiceandrea, Battaglia, Irto, Bevacqua e Romeo recante: “Interventi per l’assistenza a favore di persone con disturbi autistici e dello spettro autistico dall’eta’ evolutiva a quella adulta”, il Presidente della Commissione – dopo l’audizione del direttore generale del Dipartimento Tutela della salute, Politiche sanitarie, Antonio Belcastro (il quale ha suggerito l’opportunita’, prima di pervenire all’esame dell’articolato, di coinvolgere la struttura commissariale per l’integrazione ed armonizzazione del decreto 256 e della proposta di legge in esame) – ha deciso di rinviare la trattazione dell’argomento “esclusivamente per ragioni metodologiche e di opportunita’ procedurale, ribadendo la ferma volonta’ della Commissione tutta di giungere in breve termine all’approvazione del provvedimento”. “Preciso – ha spiegato Mirabello – che sull’autismo questo ulteriore approfondimento non e’ da considerarsi un mero rinvio, ma un passaggio fondamentale per arrivare ad un testo condiviso con la struttura commissariale che ponga al riparo il testo dalle eccezioni di incostituzionalita’ molto ricorrenti in materia”. Infine, l’assessore al Lavoro e Welfare Angela Robbe – audita sulle problematiche inerenti il Reddito di cittadinanza ed i Centri per l’impiego calabresi – ha fornito un quadro particolareggiato sull’argomento. Alla seduta hanno fornito i loro contributi i consiglieri Esposito, Guccione, Bova, Scalzo, Parente, Battaglia, Peda’, D’Agostino e Nucera.