Regione: microcredito, attivato fondo da 10 milioni

Catanzaro – E’ in preinformazione l’avviso della Regione Calabria che destina 10 milioni per la concessione di finanziamenti a tasso agevolato per la creazione di nuove imprese o per il rafforzamento di iniziative già esistenti (microimprese costituite da non più di 10 anni) da parte di categorie di soggetti con difficoltà di accesso al credito e in condizione di svantaggio. Lo rende noto l’Ufficio stampa della Regione. In attuazione del “Fondo regionale occupazione, inclusione e sviluppo (Frois) – e in particolare della Linea 1 del Frois “Microcredito per l’occupazione e l’inclusione (Moi)” – la misura, programmata a valere sul Por Calabria Fesr Fse 2014/2020, si rivolge alle persone fisiche residenti in Calabria che intendano avviare una microimpresa (start up), anche sotto forma di lavoro autonomo, non costituita al momento della presentazione della domanda e partecipata da soggetti non bancabili. Il fondo, nel dettaglio, contempla la concessione di prestiti/mutui a tasso di interesse agevolato per un importo compreso tra i 5 mila e i 35 mila euro erogati direttamente da Fincalabra Spa per un periodo massimo di 5 anni per la restituzione senza garanzie (mutuo chirografario). La concessione del finanziamento è finalizzata all’acquisto di beni, alla retribuzione di nuovi dipendenti o soci lavoratori fino al 100% dei costi salariali, al pagamento di corsi di formazione volti ad elevare la qualità professionale e le capacità tecniche e gestionali del lavoratore autonomo, dell’imprenditore e dei relativi dipendenti e al pagamento di corsi di formazione anche di natura universitaria o post-universitaria. Tutte le spese dovranno essere sostenute successivamente alla presentazione della domanda. L’assegnazione dei finanziamenti sarà gestita attraverso una procedura a sportello, senza procedere alla formazione di graduatorie, fino all’esaurimento dei fondi. Il microcredito erogato si configura come aiuto de minimis ai sensi del regolamento 1407/2013. “L’iniziativa – sottolinea l’assessore regionale Angela Robbe – va nella direzione di offrire molteplici e diversificate opportunità ai giovani, perché trovino l’opportunità di essere sostenuti nei percorsi di formazione, e inserimento lavorativo in Calabria. Ciò va incontro alle necessità di sostenere i giovani che hanno, se non accompagnati, notevoli difficoltà nell’inserimento lavorativo e nella creazione di attività in forma di autoimpiego, anche al fine di evitare che questi debbano abbandonare la Regione per trovare risposta all’esigenza di occupazione. Il bando si affianca alle diverse opportunità che la Regione sta mettendo in campo per sostenere i soggetti che hanno maggiore difficoltà ad entrare nel mondo del lavoro in forma autonoma e che pure rappresentano un numero significativo di persone che, messe nelle condizioni, possono diventare importanti risorse per la nostra Regione”.