Regione: Consiglio, prossima settimana aula e seconda Commissione

Reggio Calabria – Dopo la pausa estiva, riprende l’attività politica e istituzionale della Regione, che nella prossima settimana registra due appuntamenti: le sedute del Consiglio regionale e della seconda Commissione “Bilancio e Programmazione” di Palazzo Campanella, entrambe in programma mercoledì 11 settembre. Sono tre i punti inseriti all’ordine del giorno della seduta dell’Assemblea legislativa calabrese, che mercoledì si riunirà con inizio alle ore 11: i primi due sono le sostituzioni dei consiglieri regionali Alessandro Nicolò (Gruppo Misto-Fdi) e Sebi Romeo (Pd), colpiti nelle scorse settimane da misure cautelari emesse dalla magistratura nell’ambito dell’inchiesta “Libro Nero” della Dda di Reggio Calabria e temporaneamente sospesi dalla carica. Nei giorni scorsi, è stato infatti notificato, all’Ufficio di presidenza del Consiglio regionale, il provvedimento di sospensione temporanea di Nicolò e Romeo adottato, ai sensi della legge Severino, dalla Presidenza del Consiglio dei ministri: al posto di Nicolò e Romeo, in Consiglio regionale mercoledì entreranno i primi dei non eletti nel 2014 nelle rispettive liste circoscrizionali, Domenico Giannetta (Forza Italia), e Giuseppe Giordano (Pd), quest’ultimo già consigliere regionale nella scorsa legislatura. Oltre alle due surroghe, l’11 settembre l’aula si occuperà del sindacato ispettivo, con la discussione di interrogazioni e interpellanze. Sempre mercoledì, prima della seduta del Consiglio regionale è stata calendarizzata una riunione della seconda Commissione “Bilancio e Programmazione”, che all’ordine del giorno ha ben 13 punti. Tra questi, in particolare, la seconda Commissione esaminerà otto proposte di legge regionale: una proposta, della Giunta e un’altra dei consiglieri regionali Sebi Romeo, Antonio Scalzo e Domenico Bevacqua, sulla disciplina delle Pro Loco, una proposta di legge del consigliere regionale Mauro D’Acri in tema di tutela e valorizzazione dell’agricoltura familiare, una proposta di legge del consigliere regionale Domenico Tallini di modifica della legge istitutiva della riserva naturale “Valli Cupe” con la previsione dell’affidamento della gestione a Legambiente, una proposta di legge regionale dei consiglieri Bevacqua e Tallini di modifica delle norme in tema di edilizia (per lo spostamento dei termini di completamento di lavori a rischio in corso e a rischio revoca) e due proposte di legge di riconoscimento di debiti fuori bilancio della Giunta e del Consiglio.